Teramo, al via la campagna “Mai più in silenzio”. I dati del centro “La Fenice”

Promuovere la cultura del rispetto soprattutto tra i più giovani che, attraverso testimonianze, spettacoli e convegni, ma anche una vera e propria campagna di comunicazione sociale, possono imparare ad arginare un fenomeno che continua ad essere ancora troppo grande.

In occasione della Giornata mondiale contro il femminicidio, sono diverse le iniziative promosse dal Comitato Pari Opportunità della Provincia di Teramo. A partire dalla campagna “Mai più in silenzio”, con l’opera di “Susanna e i vecchioni” Artemisia Gentileschi che diventa un visual di grandi proporzioni affisso sui cantieri e sugli immobili pubblici in dieci cittadine della provincia. La pittrice del ‘600, infatti, protagonista di uno dei primi processi per stupro di cui si abbia notizia, è stata scelta come immagine simbolo per questa giornata e per promuovere i servizi “La Fenice” e “Casa Maia”.

I visual di grandi proporzioni (4×6 mt) con l’immagine della Gentileschi copriranno le facciate di cantieri edili e di immobili pubblici in dieci cittadine della provincia e in punti strategici: Teramo, Atri, Giulianova, Roseto, Pineto, Silvi, Civitella, Isola del Gran Sasso; Torricella Sicura, Alba Adriatica e Martinsicuro. Un banner sarà posizionato anche sul Palazzo della Provincia di via Milli, sul lato che affaccia su Viale dei Tigli.

L’iniziativa è stata sostenuta e finanziata dall’Associazione costruttori edili e dalle stesse imprese e anche le amministrazioni comunali si sono fatte parte attive non facendo pagare la tassa per le affissioni. La campagna ricorda alle donne che possono rivolgersi ai servizi della Provincia: il Centro Antiviolenza “La Fenice” tornata nella sede della Casa del Mutilato di Piazza Dante a Teramo dopo i lavori di ristrutturazione) e “Casa Maia” la casa di accoglienza per donne maltrattate.

I dati del Centro antiviolenza “La Fenice”:

Donne che si sono rivolte al servizio

  • dal 2008 al 2011: n.196

  • Anno 2012: n.43

  • Anno 2013: n. 23 (Chiusura del centro per 6 mesi)

  • Anno 2014: n. 45

  • Anno 2015: n. 64

  • Anno 2016: n. 65

  • Anno 2017: n. 71 (fino ad oggi)

ETA’

20/30 anni: 18%

31/40 anni: 24%

41/50 anni: 27%

51/60 anni: 31%

OCCUPAZIONE

Disoccupate…49%

Precarie………20%

Part-time………6%

Occupate……..18%

Pensionate……..7%

NAZIONALITA’

Italiane……..70%

Straniere……30%

ISTRUZIONE

Elementare…7%

Media……..23%

Diploma…..50%

Laurea…….20%

MALTRATTANTE

Marito…….60%

Fidanzato…31%

Ex…………19%

TIPO DI VIOLENZA

Fisica……..80%

Psicologica..100%

Economica…35%

Sessuale……32%

Si sono rivolte alla Fenice indirizzate da:

Forze dell’Ordine………35%

Pronto soccorso ………..10%

Amici e conoscenti ….…25%

Ex utenti ……………….20%

Internet e pubblicità ……10%

Il programma delle iniziative delle Commissioni Pari Opportunità per la Giornata mondiale contro il femminicidio:

21 Novembre Pineto : ore 11 Jessica Notaro incontra le scuole (iniziativa Cpo di Pineto)
24 Novembre Martinsicuro: ore 21 Incontro contro la violenza di genere (iniziativa Cpo di Martinsicuro)
25 Novembre Teramo: ore 10 Teatro Comunale di Teramo. Spettacolo per le scuole “Amori Amari” (iniziativa associazione Bon Ton ) Invitata la Cpo di Teramo ad un breve saluto su Centro antiviolenza prima dello spettacolo)
25 Novembre Giulianova : ore 8,30 Incontro con gli studenti delle scuole superiori all’Istituto Cerulli contro la violenza (iniziativa Cpo di Giulianova)
25 Novembre Atri: ore 9,30 e 17,30 Teatro Comunale di Atri Convegno “Oltre la violenza” (iniziativa Cpo Atri)
25 Novembre Pineto: ore 9,30 Consiglio Comunale speciale contro la violenza (iniziativa Cpo di Pineto)
25 Novembre Roseto : Mostra arti visive “Ester sono io” antistante la chiesa di “Santa Maria Assunta” (iniziativa Cpo di Roseto)
25 Novembre Alba Adriatica: ore 18 Circolo Nautico di Alba adriatica Convegno contro violenza sulle donne (iniziativa Associazione “ Donne in Alba”)