-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Teramo, dalla Cgil la richiesta di una legge quadro per la gestione delle emergenze VIDEO

Ultimo Aggiornamento: domenica, 14 Gennaio 2018 @ 9:27

Parte da Teramo, e dal convegno sulle fragilità del territorio organizzato dalla Cgil Abruzzo, la richiesta al Governo per l’approvazione di una legge quadro univoca e precisa per la gestione delle emergenze.

Teramo, dalla Cgil la richiesta di una legge quadro per la gestione delle emergenze VIDEONell’appuntamento di questa mattina svolto all’Università, cui è mancata la partecipazione di Susanna Camusso, segretario nazionale della Cgil, impegnata a Roma per un incontro in Ministero organizzato all’ultimo momento, si è parlato infatti delle fragilità del territorio a seguito del terremoto e del futuro delle aree interne, con la necessità di avviare azioni concrete per far ripartire il tessuto economico e sociale della regione a seguito del sisma e delle varie emergenze che si sono succedute lo scorso inverno.

Oltre ai vertici provinciali e regionali del sindacato, è intervenuto anche il presidente della Regione Luciano D’Alfonso che, dopo aver ricordato le difficoltà vissute dall’Abruzzo interno – e la provincia teramana in particolare – , ha fatto propria la proposta della Cgil, sottolineando come sia necessario far tesoro delle esperienze passate e puntare su una legge statale che organizzi la gestione delle emergenze territoriali, avendo ben chiaro che si debba partire da un’accurata programmazione.Teramo, dalla Cgil la richiesta di una legge quadro per la gestione delle emergenze VIDEO

“Non possiamo tutte le volte ripartire da capo”, ha detto anche Gianna Fragrassi, della segreteria nazionale della Cgil che si occupa nello specifico dello sviluppo del territorio, “seguendo un’infinità di leggi e persone diverse ma abbiamo bisogno di una legge quadro che dia delle direttive chiare da attuare in tutte quelle situazioni emergenziali che stanno diventando l’ordinario per il nostro territorio”.

E ha sottolineato come l’Abruzzo sia ancora indietro nella fase della ricostruzione anche il segretario provinciale della Cgil, Giovanni Di Timoteo, ricordando come in diverse zone siano ancora da attivare le procedure a seguito del sisma del 2009, con interventi che diventano difficili da coordinare anche a seguito degli eventi che si sono accavallati lo scorso anno.

-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate