Trafficante di droga fermato con 2 chili di coca al casello di Basciano

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 12:09

sequestro_2140g_cocaina_cote_19-06-2012Teramo. Bloccato e arrestato con più di 2 chili di cocaina in auto, all’uscita del casello della A24 a Basciano.

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Teramo, nel corso del pianificato capillare controllo del territorio a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti operato anche con ausilio delle unità cinofile, hanno arrestato un trafficante di droga originario di Napoli, trovato in possesso di 2.140 grammi di cocaina a bordo della propria autovettura.

 

L’uomo P.C. di 45 anni, pluripregiudicato, è stato fermato durante la notte, all’uscita del casello A/24 di Basciano in direzione Teramo, da una pattuglia del Nucleo Mobile della Compagnia teramana, coadiuvata da una unità cinofila antidroga in forza alla Compagnia di Giulianova. Il “nervosismo” dell’uomo era ben giustificato atteso che al fiuto di Pamir e Vafyl, cani antidroga del Corpo, non è sfuggita la sostanza stupefacente – ben 2.140 grammi – occultata all’interno dell’intercapedine tra la carrozzeria ed il paraurti posteriore dell’utilitaria.

A nulla è valso infatti il tentativo di confondere l’olfatto del prezioso ausilio delle Fiamme Gialle avvolgendo la sostanza stupefacente in strati di cellophane cosparsi di grasso ed altri prodotti chimici.

L’operazione di servizio – come altre recentemente eseguite – evidenzia la validità del capillare controllo del territorio disposto dal Comando Regionale Abruzzo ed attuato dai dipendenti Reparti territoriali, ispirato da attività di analisi ed intelligence sulle direttrici e modalità dell’illecito traffico, contro i vari tentativi da parte di elementi della criminalità locale di approvvigionarsi di sostanze stupefacenti da spacciare nell’hinterland provinciale.

L’ingente quantitativo di droga è stata sequestrata ed il trafficante è stato tratto in arresto e processato con il rito direttissimo. Le indagini proseguono per individuare la destinazione dello stupefacente, il luogo di origine dello stesso ed il collegamento territoriale con le organizzazioni malavitose.