-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Arsita, uccisa e bruciata: fidanzato di Sara condannato all’ergastolo

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 27 Ottobre 2017 @ 20:01

E’ passato quasi un anno: Vincenzo Paduano, 28enne guardia giurata, uccide la giovane Sara Di Pietrantonio, 22enne di Roma ma con un nonno teramano, di Arsita.

Oggi il processo di primo grado a Roma, con rito abbreviato, si è concluso con l’ergastolo per Paduano. Il 28enne doveva rispondere di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione dai futili e abbietti motivi, dagli atti persecutori, stalking, incendio e occultamento di cadavere. 

Il delitto è avvenuto il 29 maggio dello scorso anno. 

Secondo la ricostruzione della procura di Roma, Paduano speronò lungo via Magliana l’auto della giovane, che scese e venne strangolata. Poi le diede fuoco con una tanica di benzina acquistata qualche giorno prima.

Sempre secondo l’accusa, la guardia giurata non tollerava la nuova relazione della giovane che, ogni estate, tornava ad Arsita. “Sentenza giusta, torno a respirare”, le parole della mamma di Sara, che studiava all’Aquila.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate