-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Teramo, carenza di quote rosa nella polizia penitenziaria del carcere

Ultimo Aggiornamento: domenica, 29 Ottobre 2017 @ 5:56

Mauro Nardella, Vice Segretario Regionale UIL PA Polizia Penitenziaria denuncia la situazione “in rosso” delle quote rosa della polizia penitenziaria all’interno del carcere di Castrogno.

“Il D. M. del 22.03.2013 – afferma il sindacalista – prevede per il ruolo agenti/assistenti di polizia penitenziaria femminile un organico di 36 unità. Di fatto quello amministrato risulta essere pari a 32. Ad esso occorre sottrarre 3 unità distaccate in altra sede, una in distacco sindacale, 3 assenti da lungo periodo, 2 non in servizio per interdizione pre parto. Una fruisce di congedo parentale frazionato, un’altra a breve sarà posta in quiescienza ed allo stato sta usufruendo di congedo arretrato e che culminerà, appunto, con il pensionamento della stessa e 1 frusice del periodo di allattamento. In sostanza, quindi, sono realmente disponibili solo 20 unità di baschi blu donne”.

E ancora: “Va aggiunto che di queste 20 due sono obbligatoriamente impiegate presso il nucleo traduzioni atteso che per il trasporto di detenute vi è la necessità di utilizzo di un componente la scorta che sia dello stesso sesso, una è impiegata presso l’Ufficio Matricola e 2 presso l’Area esterna al fine di adempiere in materia di perquisizioni in occasione dei colloqui con i familiari di sesso femminile. Presso la sezione femminile restano disponibili, per garantire il servizio nell’arco delle 24 ore, solo 15 poliziotte. Talmente poche da dover, nel turno notturno, addirittura andare in deroga alle regole vigenti giacché per dar man forte all’unica donna disponibile viene utilizzato un collega di sesso maschile”.

Per Nardella, dunque, è una “situazione grottesca quella venutasi a creare a Teramo e se si pensa che nelle restanti carceri abruzzesi si vive il problema opposto, visto che ce ne sono talmente tante da non sapere dove collocarle, la condizione diventa addirittura paradossale. Auspichiamo che l’Amministrazione apra gli occhi e metta mano, riequilibrandola, ad una situazione che è divenuta insostenibile e pericolosa. Non si può soprassedere a cotanto disastro amministrativo ed è per questo che chiediamo sin da subito l’invio urgente e con le modalità che il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria vorrà adottare, di almeno 10 donne. In caso contrario la UIL PA Polizia Penitenziaria si sentirà costretta a ricorrere a forme di protesta che saranno di volta in volta rese note. Nelle more è indetto lo stato di agitazione di tutto il personale di polizia penitenziaria di stanza al carcere teramano”.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate