Martinsicuro, strappati manifesti del referendum in piazza Cavour

Martinsicuro. Strappati i manifesti del “Si”. Ignoti, infatti, hanno “sfregiato” le locandine di propaganda elettorale per il referendum posizionati negli appositi spazi in piazza Cavour.

 

Episodio che è stato segnalato e commentato da Elisa Foglia, segretario cittadino dei Democratici.

Una riflessione amara della Foglia, che si augura che possa trattarsi “di un semplice atto vandalico e che tutte le forze politiche prendano le distanze dal gesto”.

 

 

“Stiamo valutando”, dice ancora, “se attivare le forze dell’ordine con una denuncia contro ignoti per cercare di rintracciare chi si è reso responsabile del danneggiamento consapevoli però che non sarà impresa facile”.

 

E qui si innesta un altro discorso: le telecamere di sorveglianza collocate sull’intero territorio cittadino, compresa quella di piazza Cavour.

 

 

“Ci chiediamo come si possa pretendere di fare sicurezza”, prosegue Elisa Foglia, “cavallo di battaglia di questa amministrazione, se nemmeno gli strumenti minimi di controllo sono a disposizione delle forze dell’ordine per rintracciare chi delinque.

 

La vicenda dei manifesti che oggi solleviamo è certamente poca cosa ma di fronte a fatti più gravi Martinsicuro non dispone neppure di questa possibilità per assicurare alla giustizia i malviventi.

Del resto solo qualche mese fa avevamo interrogato l’amministrazione su tale mancanza ma rileviamo che rispetto ad allora quando tre telecamere funzionavano, le cose sono addirittura peggiorate”.