-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Protezione Civile, nasce coordinamento Val Vibrata con 5 associazioni

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 3 Novembre 2017 @ 0:23

Sant’Omero. Prende forma il coordinamento di emergenza Val Vibrata. Organismo che raggruppa 5 diverse associazioni della Protezione Civile: “Matteo Vannucci” di Tortoreto, “Val Vibrata” di Sant’Omero, Gruppo Torano Nuovo, Croce Bianca di Alba Adriatica, Gre di Tortoreto.

 

 

 

 

Le associazioni, che fanno parte del coordinamento, hanno avuto un primo incontro più di un anno fa: fase temporale che è servita per affinare possibili forme di collaborazione.. Non a caso lo scorso maggio è stata realizzata una esercitazione di protezione civile a Tortoreto con l’obiettivo di lavorare insieme per una protezione civile sempre più professionale e organizzata.

 
Il percorso iniziato, condiviso dalle 5 associazioni dove donne e uomini che già lavorano volontariamente nelle loro associazioni, per la prima volta saranno realmente accomunati da un unico scopo.
A rappresentare le singole associazioni, oltre al Consiglio Direttivo formato dai vari Presidenti-delegati, sono stati eletti: Presidente: Mauro Di Bonaventura (GRE Tortoreto), Vice Presidenti: Franco Lamolinara (Croce bianca), Rossano Ruggieri (CVPC Sant’Omero);Tesoriere Adriano Cavatassi (CVPC Tortoreto), Segretario: Stefano Galiffa (CVPC Torano Nuovo).

 
Il Presidente, Mauro Di Bonaventura, ha voluto ribadire, all’atto della costituzione del coordinamento, che tutte le associazioni dei dodici comuni della Val Vibrata, che hanno gli stessi obiettivi e le stesse finalità, lavoreranno in sinergia senza prevaricazioni, in attesa che tutte le associazioni della vallata maturino l’idea di aderire a questo progetto. Diversi gli obiettivi e le finalità sancite con la costituzione del coordinamento: dalle iniziative nell’ambito della protezione civile, anche in ambito extra-territoriale, pareri su proposte, regolamento e disegni di legge, promozione delle attività di volontariato e non solo.

” La nascita del coordinamento”, sottolinea Di Bonaventura, “rappresenta un grande passo avanti in quanto costruisce un modello nuovo del volontariato di protezione civile che è un volontariato per la gente e in mezzo alla gente.
L’obiettivo prefissato è quello di avere un volontariato con un’ottima formazione e totalmente informato pronto a rispondere insieme alle esigenze che si presentano durante le emergenze”.

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate