Pescara: “Zero euro in bilancio per i giovani”

Pescara. “Il Comune di Pescara prevede un finanziamento di zero euro sul Bilancio di previsione per la Missione Giovani”: a lanciare la protesta sono i Giovani Democratici di Pescara – assieme al Partito Democratico – che chiedono un finanziamento di 30mila euro e l’apertura di un nuovo Centro di Aggregazione Giovanile.
“Un bilancio che dimentica le politiche giovanili svilisce l’essenza stessa di Pescara quale città universitaria e modello esemplare negli anni scorsi per offerta di politiche giovanili, una città cucita su misura delle nuove generazioni e delle sue esigenze”, afferma Lorenzo Marinari
“È fondamentale che l’amministrazione comunale non parta con uno zero per i giovani sul bilancio di previsione triennale”, aggiunge Walter Verrigni, “Investire sui giovani significa investire sui lavoratori del futuro, su coloro che avranno l’onere di ripagare le misure rese necessarie a supportare la nostra economia in questo periodo di crisi sanitaria ed economica. Non investire sui giovani equivale ad attribuire loro oneri insostenibili senza fornire i mezzi per affrontarli.”
“Proponiamo, tramite i consiglieri comunali del centrosinistra, due emendamenti al DUP ed al Bilancio di Previsione. Chiediamo che vengano stanziati 30.000€ sulle Politiche Giovanili affinché si realizzi nuovamente il progetto di un Centro di Aggregazione Giovanile, chiuso lo scorso anno da questa amministrazione, individuando un immobile comunale, sostentendo l’iniziativa con un fondo di 30mila euro ed avviando un bando pubblico per la sua gestione”, conclude Saverio Gileno (in foto).