Pescara, focolai Covid in ospedale: “Indagine e ispezione Asl”

Pescara. Una interrogazione urgente, illustrata dal capogruppo Pd Piero Giampietro, è stata presentata in Consiglio Comunale nella seduta di questa mattina sul boom dei contagi da Covid-19 in diversi reparti dell’ospedale di Pescara.

Dopo il caso di ortopedia, e sulla base delle notizie emerse nelle ultime ore, il Pd ha chiesto al sindaco Masci – nella sua veste di presidente del comitato ristretto dei sindaci della Asl – di chiedere spiegazioni alla direzione generale della Asl sui motivi del cattivo funzionamento delle misure anti contagio in diversi reparti, a partire dal caso di ortopedia il cui reparto è stato sgomberato ed i pazienti trasferiti a Penne e Popoli, per arrivare ai casi nei reparti di geriatria, medicina, oncologia e chirurgia pediatrica.

Con l’interrogazione urgente il Pd chiede al sindaco di sapere “quali azioni sono state messe in campo dal Sindaco nei confronti della Direzione della ASL dopo notizie dei contagi nei reparti”, “di convocare la direzione generale della ASL per chiedere una relazione puntuale sulle misure attuate e sul loro scarso funzionamento” e infine se non sia il caso, visto il ripetersi dei casi, di “chiedere con urgenza l’avvio di una indagine interna anche attraverso apposita commissione con poteri ispettivi, per comprendere le ragioni del malfunzionamento delle  misure anticontagio”.

“Questi casi – ha affermato il capogruppo Giampietro illustrando l’interrogazione urgente – stanno facendo crescere la preoccupazione nel personale, nei pazienti e nell’utenza in generale e va rapidamente trovata una soluzione: l’ospedale di Pescara non può essere così facilmente permeabile alla circolazione del virus, occorre che il sindaco convochi la direzione generale della Asl, chieda spiegazioni e siano assunti immediatamente provvedimenti”.