Pescara, covid: “Movida ad accessi controllati”

Pescara. Un incontro urgente tra Regione, Comune e Forze dell’Ordine per redige un piano in grado di regolare l’afflusso delle persone nei luoghi di ritrovo della movida cittadina.

Lo chiedono i capigruppo di FdI e Lega in Consiglio regionale, Guerino Testa e Vincenzo D’Incecco ed il presidente, Lorenzo Sospiri, che reputano necessario “un disciplinare anti-assembramenti che permetta di realizzare un salto di qualità nella gestione degli spazi pubblici, già a partire dal prossimo weekend”.

L’idea che ispira il piano deve essere quella di trovare un punto di equilibrio tra iniziativa economica, tutela della salute e libertà di socializzazione: “Pensiamo a linee guida che permettano di individuare le aree maggiormente interessate dal fenomeno della movida, che delineino il massimo affollamento sostenibile per ciascuna zona e che regolino gli accessi anche attraverso l’impiego di addetti alla sicurezza e, laddove si renda necessario, che prevedano anche la possibilità di ricorrere a sistemi di rilevazione numerica progressiva o di barriere naturali per facilitare il monitoraggio degli ingressi”, affermano i 3 consiglieri regionali.

“Siamo certi che la messa a punto di un efficace sistema di controllo, oltreché indispensabile per assicurarsi che venga rispettato il distanziamento sociale e l’obbligo di indossare la mascherina – anche alla luce degli imprudenti affollamenti a cui abbiamo assistito durante il passato week-end –  possa garantire una serena vita sociale dei cittadini, con la possibilità di una corretta fruizione da parte degli stessi degli spazi pubblici. Anche e soprattutto in vista della imminente stagione estiva in cui crediamo che nessuno voglia regredire in zona rossa. E Nessuno deve pagare per leggerezze altrui”, concludono Testa, D’Incecco e Sospiri.