Ospedale Pescara:” L’eliporto regge gli elicotteri ma si continua a non usarlo”

“Insiste sulle casse della Asl di Pescara l’ingiustificato costo legato all’inutilizzo dell’elisuperficie dell’ospedale Santo Spirito di Pescara e, carte alla mano, sembra che non ci sia nessuna intenzione di sanare questa emorragia di soldi pubblici”.

Ad affermarlo è il Vice Presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari (M5S), che riferisce: “Ho più volte denunciato che l’elisuperficie dell’ospedale, dopo l’acquisto di un nuovo elicottero, non è stato più utilizzato perché la piattaforma di atterraggio non avrebbe sostenuto il peso del nuovo mezzo. Stima successivamente smentita da alcune perizie che hanno dimostrato che la piattaforma poteva reggere tranquillamente il peso dell’elicottero. L’atterraggio è stato quindi dirottato all’aeroporto e istituito un servizio navetta, gestito da un’associazione privata, che trasporta i pazienti dall’aeroporto verso il nosocomio, con costi aggiuntivi per la Asl e un ritardo di azione sulle emergenze/urgenze, dettate dal percorso aggiuntivo su cui deve spostarsi l’ambulanza”.
“Ho chiesto più volte alla Giunta regionale di sanare questa anomalia riattivando l’elisuperficie, ma nulla è stato fatto”, incalza Pettinari, “Anzi, a leggere la delibera Asl 1004 del 28 agosto 2020, sembra che da parte dell’Assessore Verì non ci sia la volontà di ascoltarmi e ripristinare il servizio in tempi brevi, altrimenti sarebbe intervenuta sulla delibera e avrebbe già fatto ripristinare l’elisuperficie per far atterrare l’elisoccorso direttamente in ospedale. Nella delibera in questione, infatti, si proroga la convenzione con l’ambulanza che gestisce il servizio navetta fino a quando, e qui sorgono i miei dubbi, non sarà istituito il bando per assegnare nuovamente il servizio trasporto della navetta dall’aeroporto all’ospedale. Nel documento non c’è neanche una parola sul ripristino della funzionalità dell’elisuperficie nell’ospedale di Pescara”.
“Sono deluso e amareggiato nell’apprendere che la risoluzione di questo problema è lontanissima da giungere a conclusione – afferma Pettinari – avrei capito se nella delibera fosse indicato come termine quello della risoluzione del problema, ma voler istituire un bando sempre per il trasporto navetta oggi vuol dire che per anni ancora dovremmo vedere l’elicottero atterrare lontano dall’ospedale”.
“Chiedo all’assessore – conclude Pettinari – di annullare queste delibere e di lavorare repentinamente sulla riapertura dell’elisuperficie nel Santo Spirito. Chiedo inoltre di verificare, prima di istituire un’altra nomina dirigenziale, se davvero serva questa ennesima figura professionale o se non sia il caso di dirottare più fondi ai servizi”.