Pescara, trasporto scolastico: “La metà degli studenti senza autobus”

Pescara. “Si annuncia un autunno caldo per il trasporto pubblico locale di Pescara e provincia, alle prese con il ritorno in aula di migliaia di studenti, a partire dal prossimo 14 settembre, che mal si concilia con le prescrizioni anti-Covid-19″.

A preannunciare il problema è il Presidente della commissione comunale Mobilità Armando Foschi, ufficializzando l’esito della seduta odierna della Commissione che ha ospitato Raffaele Piscitelli e Francesca De Stefanis dell’Azienda Tua.

“A oggi già”, riferisce Foschi, “sappiamo che, con la regola del distanziamento sociale in vigore e gli attuali tempi di percorrenza, almeno la metà degli utenti e quindi degli studenti non potrà salire su un autobus della Tua per raggiungere il proprio Istituto. Le uniche vie d’uscita potrebbero essere ridurre il numero delle presenze in aula potenziando la didattica a distanza, ovvero l’e-learning, differenziando comunque gli orari d’ingresso e d’uscita da scuola, oppure eliminare l’onere della distanza sociale, imponendo però a tutti i passeggeri l’obbligo dell’uso della mascherina durante tutta la durata del viaggio”.

“Domani, martedì 4 agosto, porteremo tali problematiche all’attenzione del Consiglio comunale straordinario convocato per le 18 sul tema della riapertura delle scuole nella Fase IV del Covid-19, e valuteremo le possibili soluzioni”, conclude Foschi.