Cepagatti e Penne in allerta per l’arrivo di nuovi profughi

Si alza l’allerta dalle amministrazioni comunali dell’hinterland pescarese per i presunti arrivi di nuovi profughi da ospitare nelle strutture del territorio.

“Cepagatti si prepara a una nuova invasione di presunti profughi. Secondo le prime notizie circolate, un numero imprecisato di immigrati sarebbe in arrivo e sarà ospitato presso l’Albergo Villa Fiorita di Villanova, una circostanza che ha già scatenato l’allarme tra la popolazione lasciata completamente all’oscuro così come gli amministratori locali e gli imprenditori che vedono in tale eventualità l’ennesima mannaia per il settore”: lo affermano il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri e il consigliere comunale Monica Ciuffi, la quale ha inviato una nota al sindaco Rapattoni. “Al momento, dinanzi al muro di silenzio istituzionale che circonda la vicenda, ci siamo rivolti direttamente al sindaco Sirena Rapattoni con una richiesta ufficiale. Poi”, annunciano i due forzisti, “dinanzi alla conferma, decideremo le iniziative da attuare per fermare l’ennesimo atto scellerato”.

A Penne, invece, è il sindaco Mario Semproni ad aver scritto direttamente al prefetto di Pescara, spaventato dalle recenti indiscrezioni su “l’imminente trasferimento presso la nostra città di ulteriori numerosi richiedenti asilo”. “Le già numerose presenze sono causa di dissapori tra la popolazione e motivi di preoccupazione dell’Amministrazione per il fenomeno crescente che supera ogni indice nazionale”, scrive il primo cittadino al Prefetto Provolo, al quale chiede “il ripristino del numero proporzionale secondo gli indici di legge”, annunciando cortei di protesta popolare.