Pescara, tradizionale asta sbarca online per finanziare il Museo delle Genti d’Abruzzo

Allestita da Fondazione Genti d’Abruzzo con portale ArsValue

Pescara. Centoundici pezzi di 70 artisti italiani, 30 grafiche e 81 opere uniche, per “Percorsi d’Arte Contemporanea”, tradizionale asta della Fondazione Genti d’Abruzzo che quest’anno si sposta sul web, avvalendosi dello spazio di uno dei più importanti operatori del settore, ArsValue. Le opere – donate dagli artisti per sostenere l’attività di conservazione e divulgazione svolta dalla Fondazione – sono esposte nel Museo delle Genti d’Abruzzo a Pescara e online sul sito del Museo e su quello di ArsValue sul cui portale l’asta si svolgerà, con battitore virtuale, domenica 13 dicembre alle 18. Già da oggi è possibile visionare i lotti e formulare offerte.

“Ci proiettiamo in un contesto più ampio e che richiede grande energia – commenta la direttrice della Fondazione, Letizia Lizza – Quanto accaduto in questi mesi sta trasformando la realtà e abbiamo scelto di tenerci al passo con il cambiamento. La scelta di allestire una mostra fisica risponde a due esigenze: mantenere un nostro spazio e far sapere dove sono e come sono custoditi i beni che gli appassionati andranno ad apprezzare”.

L’asta finanzierà i progetti della Fondazione Genti d’Abruzzo, quindi all’acquisto delle opere non saranno applicate commissioni. “E’ la nostra principale attività di fundraising – sottolinea il presidente della Fondazione Emilio Della Cagna – L’asta online ci consente di esporre a livello globale e speriamo serva non solo ad aiutarci nell’immediato, ma a esportare marchio e qualità sia del Museo delle Genti sia del Museo Cascella”. Mostra e catalogo delle opere sono su
www.gentidabruzzo.it. Per partecipare occorre registrarsi su www.arsvalue.com. In fase di pre-asta saranno visibili le opere con informazioni quali prezzo di partenza e valore di stima. Quando si aprirà l’asta, ogni opera sarà battuta per 30 secondi; ad ogni rilancio il sistema aggiungerà 15 secondi.

Le opere sono di maestri del ‘900 italiano, come Matteo Basilé, Alberto Biasi e Piero Gilardi; ci sono anche 27 giovani artisti e nutrita è la presenza di abruzzesi: oltre a Matteo Basilè hanno donato loro opere Tommaso Cascella junior, Alfredo Celli, Vito Bucciarelli, Luigi D’Alimonte, Pep Marchegiani, Lucio Rosato, Giuseppe Muzi, Giuliano Cotellessa, Giancarlo Costanzo, Pino Procopio e Gino Di Paolo.