Pescara, il 24 agosto Fabio Concato in concerto allo Stadio del Mare

Ultimo Aggiornamento: sabato, 4 Novembre 2017 @ 14:41

fabio_concatoPescara. Fabio Concato sarà in concerto a Pescara allo Stadio del Mare il prossimo 24 agosto per la data abruzzese del suo “Open Tour Tutto Qua 2012?. La serata è organizzata dall’Assessorato al Turismo e Grandi Eventi del Comune di Pescara in collaborazione con la Top Agency Group di Luigi Chiucconi.

Il cantautore milanese ha pubblicato lo scorso marzo il suo ultimo album, “Tutto qua”, distribuito dalla Halidon. Erano ben undici anni (da “Ballando con Chat baker”) che non usciva con un disco
che comprendesse interamente canzoni nuove. È stato da molti giudicato uno dei suoi migliori lavori: la lunghissima pausa non ha infatti minimamente scalfito la vena compositiva e narrativa di Concato che appare più ispirato che mai. Scritto e realizzato nel tempo, con calma, ascoltandolo si ha subito l’impressione che Concato non si sia mai allontanato, ma sia stato sempre qui e che il tempo si sia in realtà fermato: le undici tracce sono infatti molto tradizionali, vicine ai suoi primi lavori e trattano vari temi, dall’amore, ai rapporti fra le persone, fino al sociale. L’album si apre con “L’altro di me”, quasi una confessione del periodo difficile attraversato negli anni scorsi dal cantante. “Stazione Nord” descrive l’addio ad un’ amore con grande intensità. “Carlo che sorride” è dedicata all’amico Carlo Gargioni scomparso tre anni fa. “Un trenino sul petto”, secondo singolo estratto, è il vero capolavoro dell’album, magnifica nella sua tenera e delicata semplicità. In “Se non fosse per la musica” Concato sfocia nel jazz, come spesso ha fatto nella sua carriera, avvalendosi, come detto, dellapreziosa collaborazione di Stefano Bollani. “Non smetto di aspettarti” regala un altro attimo di delicatezza ed è fra le migliori cose mai scritte nella sua lunga carriera. C’è spazio anche per un incursione nella musica afro-americana con “Breve racconto in moto” che si segnala anche per la vena ironica dell’interpretazione. Non c’è in realtà una canzone che si eleva sulle altre: sono undici piccole gemme da scoprire ascolto dopo ascolto. Da segnalare la multimedialità di questo progetto discografico: è possibile scaricare cinque brani in acustico esclusivi con il QR-CODE attivo in copertina. Nel concerto, oltre a brani entrati nella storia della musica italiana come “Guido piano”, “Domenica bestiale”, “Fiore di maggio”, “Rosalina”, “Sexi tango”, “051222525” (scritta all’epoca per il Telefono Azzurro) e “Tienimi dentro te”, non mancheranno i brani di “Tutto qua”. Sul palco con lui ci saranno Ornella D’Urbano piano e tastiere; Larry Tomassini chitarre; Stefano Casali basso; Gabriele Palazzi Rossi batteria.