Pescara, torna il Festival della satira web

Pescara. Torna la satira web di Satyricom, la rassegna giunta alla seconda edizione che quest’anno si terrà dal 9 all’11 giugno.

Le location di quest’anno sono il museo Vittoria Colonna e la spiaggia antistante lo stabilimento SoleLuna. A presentare il programma della tre giorni, l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo; Francesco Brescia di Scie Comiche; Valerio Antonio Tiberio dell’Arci e gli organizzatori degli eventi.

Si comincia con un abituè del SATYRICOM, Saverio Raimondo, reduce dal successo del CCN – Comedy Central News, seguito da Fabio Celenza, doppiatore estremo; poi “Le più belle frasi di Osho”, le poesie di Carlo Maria Rogito, le vignette “migranti” di Mauro Biani e un viaggio tra le fake news di Ermes Maiolica.

Foltissima la pattuglia di autori, a partire dal black humour ispirato da cronaca, osservazione ed esperienze personali di Maurizio D. Capuano.

Tre proposte di fumetto: Maicol&Mirco, il pescarese Fabrizio “Pluc” Di Nicola e Stefano Antonucci. A seguire “Fake The System”, situazionismo on line, bufale e post-verità con Ermes Maiolica e Daniela Amorosi.

Molto atteso l’appuntamento con Fabio Celenza e il suo “Divano Celenza!”; e poi momenti di satira in salsa abruzzese, con il ventennale della rivista di satira pescarese “Virus magazine”, associata alla mostra del copertinista-vignettista Emidio Giovannozzi, a cura di ARCI Pescara; a seguire la band/collettivo 99 Cosse in un dialogo tutto da ridere con la ferocia socio-calcistica di Gianfranco Semproni, ormai fenomeno virale web nato dalle emittenti televisive locali.

In riva al mare e in notturna, prende vita “Open Mic on the beach” presentato da Saverio Raimondo, una delle più brillanti star della stand up comedy nostrana, ora in onda su Comedy Central (canale 124 di SKY) con il suo tg irriverente CCN – Comedy Central News.

Con il workshop “Satira, Umorismo e Comicità”: esempi e meccanismi da Rabelais ai giorni nostri arriva Massimiliano Zulli. A seguire, “Syndrome”, il più grande collettivo italiano di satira tutto al femminile; incontro con Riccardo Mannelli, ritrattista caricaturale formidabile e irriverente (“Cuore”, “La Repubblica”) a cui sarà dedicata una mostra antologica nelle sale del museo Colonna.

Non mancheranno due “twitstar”, forti di milioni di followers, @lapausacaffè e @zziagenio78; collettivo che non poteva mancare in una città universitaria è quello de “Il terrone fuori sede”; aindagare, ma sempre satiricamente, il fenomeno delle post verità ci pensa “Il signor Distruggere”.

Satira ma anche riflessione sociale nell’incontro con Mauro Biani, illustratore e vignettista, le cui tavole affrontano tematiche collegate alla legalità, al pacifismo, ai diritti umani, presente con la mostra “Tracce migranti”.

Anche quest’anno non mancherà il “Satyronman”, contest di satira improvvisata a cura di Estro Destro Improvvisazione. Chiunque voglia sfidarsi a colpi di satira, può iscriversi sul sito dedicato all’evento.

Ormai fedelissimo del Satyricom, torna Federico Palmaroli, che dopo il successo de “Le più belle frasi di Osho”, già diventato un cult sulla rete, presenta il suo nuovo libro “E so’ problemi. Spiritualità alla vaccinara e dialoghi surreali”.

Seguono i reading poetici di Carlo Maria Rogito, poi “La messa laida. Venite con i peccati già fatti” di Azael e infine “Bambini e bambolotti” con il Cinemaniaco Ivano Bisi; dopo mezzanotte, sempre in spiaggia, “Musicademmerda World cup” (La finale Mondiale della Musica più brutta del mondo).

Dopo Saverio Raimondo, un altro ritorno, quello di Fabio Magnasciutti, gigante del panorama dell’animazione (non solo satirica) italiana contemporanea, con il suo nuovo libro “Nomi così animali”. Infine, tripudio di satira che viaggia su facebook con gli autori de “La parte strana dell’internet”, “Gianni il malvagio”, “Rachele di Granchio” e “Boom, sei stato friendzonato”.

Sempre domenica ci sarà il 1°premio PES, dedicato alla miglior pagina satirica emergente assegnato a “Fotografie Segnanti”.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.