Popoli e Città Sant’Angelo uniche italiane nella classifica europea delle città per vivere in pensione

Pescara. Forbes, lo scorso anno, aveva già incoronato Città Sant’Angelo come uno dei posti migliori al mondo per qualità della vita.

Ora, dopo la prestigiosa rivista statunitense, arriva un altro riconoscimento internazionale per la cittadina angolana, rilanciando anche Popoli.

U.S. News and World Report, agenzia editoriale americana specializzato in classifiche, ha stilato qualche giorno fa la graduatoria dei 10 posti migliori in Europa in cui andare a vivere dopo la pensione in Europa. Tra le località elencate sono solo 2 le italiane: Città Sant’Angelo, di nuovo, al quinto posto, e Popoli, al nono, subito dietro Parigi.

Se il borgo angolano “immutato da secoli” viene esaltato per la vista dal Gran Sasso al Mare, i vasti uliveti, la vicinanza agli impianti sciistici e alla costa, la cittadina della Val Pescara viene così descritta: “Immersa in una valle appenninica, Popoli, in Italia, con una popolazione di 5.000 abitanti, è una fuga completa dai problemi del mondo moderno e un luogo ideale per riposarsi. Questa città medievale è conosciuta come la Città dell’Acqua, grazie ad un vulcano dormiente che brontola sotto di essa, che fa bollire l’acqua termale famosa per le sue proprietà curative fin dai tempi dei Romani. Il primo centro di cura fu costruito sul sito nel 1885, ma fu distrutto durante la seconda guerra mondiale. Le moderne Terme di Popoli hanno aperto nel 1998 e utilizzano le acque termali della zona come base per il trattamento di dozzine di malattie. In alta stagione, la struttura è frequentata da 1.000 o più pazienti ogni giorno”.