Pescara, un’altra tomba sotto il Rampigna: parte la petizione per un parco archeologico

Pescara. Nemmeno il tempo di annunciare le 4 tombe rinvenute, che dal sottosuolo del Rampigna ne spunta una quinta, in tutt’altra zona e di tutt’altra epoca.

E’, ancora una volta, la pagina Facebook Pescara Segreta, ad annunciare il ritrovamento di una quinta tomba, di epoca medievale, in un punto completamente diverso da quello in cui gli scavi hanno già permesso di rinvenire almeno 4 sepolture, pavimentazioni e frammenti ceramici.

Un nuovo sondaggio archeologico effettuato in un punto diverso dell’ex campo Rampigna ha restituito quasi immediatamente una nuova tomba, forse di origine medievale. E’ ormai innegabile che l’intera area non è altro che un enorme sito archeologico, verosimilmente esteso a tutta l’area compresa tra la ferrovia, via Caduta del Forte e via Pesaro.

L’entusiasmante ritrovamento coincide con la petizione lanciata dalla stessa community appassionata della storia del capoluogo adriatico per chiedere al Comune di Pescara, che ha commissionato gli scavi, di proseguirli, abbandonare l’idea di restyling dell’impianto sportivo e di costruire un vero e proprio parco archeologico.