Pescara, truffavano anziani automobilisti spacciandosi per carabinieri: denunciati

Penne. Hanno 55 e 34 anni, risiedono nella provincia di Pescara e sono padre e figlio le due persone che sono state denunciate per usurpazione di funzioni pubbliche, furto e truffa. I due, infatti, truffavano anziani spacciandosi per carabinieri.

Il primo caso (risalente all’inizio di febbraio) ha visto protagonista un anziano di Penne che, mentre era a bordo della propria auto, è stato affiancato da due persone che, qualificandosi come Carabinieri, gli hanno chiesto di fermarsi e di mostrare loro i documenti. I truffatori, prima si sono fatti consegnare 100 euro per evitare una contravvenzione e poi, con la scusa di effettuare una perquisizione, sono riusciti anche ad introdursi in casa rubandogli 920 euro, l’intero ammontare della pensione.

Dopo qualche giorno, a Nocciano, con lo stesso sistema, hanno avvicinato un altro anziano convincendolo a portarli a casa per verificare i documenti. Solo grazie all’incrocio con una pattuglia di “veri” carabinieri i truffatori sono stati costretti a desistere. Nel corso delle indagini è stato accertato che, sempre nello stesso periodo, i due avevano tentato un’altra truffa ad un’anziana di Collecorvino.