Pescara, si nascondeva in un casale di Rancitelli: arrestato dopo 5 giorni di ricerche

Pescara. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pescara hanno tratto in arresto L.P., 51enne residente nella provincia di Teramo, poiché destinatario di un provvedimento di ripristino della detenzione in carcere.

L’uomo, infatti, fino a questo momento sottoposto al regime della detenzione domiciliare in via provvisoria quale misura alternativa, è stato sorpreso più volte ad aver violato le prescrizioni impostegli e così, dal 13 gennaio, l’Ufficio di Sorveglianza presso il Tribunale di Pescara ha emesso l’ordinanza di arresto.

L’arrestato, che da giorni si era reso irreperibile, alle prime luci dell’alba odierne, a conclusione di una speditiva manovra info-investigativa, è stato localizzato in un casale abbandonato all’interno del noto quartiere Rancitelli, mentre si nascondeva nel tentativo di sottrarsi all’arresto.

Sono, dunque, scattate per lui le manette e, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Rieti.