-- HEADER MASTHEAD DESK --
-- HEADER MASTHEAD MOB --

Pescara, sfratto Croce Rossa: “Con determinazione, risolveremo da soli il problema”

Ultimo Aggiornamento: domenica, 15 Aprile 2018 @ 12:30

“Nessun riscontro dalla maggioranza provinciale targata PD alla nostra proposta di sanare la morosità con un’offerta economica”.

E’ quanto dichiarato dal presidente della Croce Rossa di Pescara, Fabio Nieddu, nel corso dell’assemblea dei soci del Comitato locale. “Un grazie all’opposizione in particolare, del sostegno espresso dal Consigliere Provinciale Vincenzo D’Incecco, dal Consigliere provinciale Lorenzo Silli, del Gruppo Forze di Libertà, dal Consigliere comunale Guerino Testa, dalla Consigliera Regionale, Marinella Sclocco, dal Consigliere Regionale, Domenico Pettinari, del Movimento 5 Stelle”.

“Non solo il Presidente, Antonio Di Marco, ma anche la maggioranza del Consiglio provinciale, composta dai Consiglieri del Partito Democratico, hanno deciso di assumere la determinazione di sfrattare la Croce Rossa di Pescara. A questo punto, sebbene in pochi giorni, il problema verrà risolto dai volontari della Croce Rossa, dal loro consiglio direttivo e dal loro Presidente, Fabio Nieddu”.

“Risolveremo questo problema noi, e lo faremo entro martedì, con il nostro consueto entusiasmo e con la determinazione e passione che ci contraddistinguono e che la gente ben conosce. Non lasceremo la cittadinanza nemmeno un’ora senza i nostri servizi”, ha detto Nieddu.

“Prendiamo atto che non ci si è spiegato quale sia il reale motivo per cui la nostra offerta economica per sanare la morosità non sia stata accolta. Quindi, martedì 17 aprile, si sappia che la Croce Rossa non verrà sfrattata, ma liberamente andrà presso una nuova sede, quella che in queste ore cercheremo di identificare e che sia dignitosa ed idonea alle nostre esigenze. La vera forza del volontariato non è la propria sede, ma i volontari che la abitano e la vivono!”.

Ha, in conclusione, ricordato che “i diritti sociali meritano di essere difesi sempre e nonostante tutto perché, come diceva Don Luigi Liegro, una città in cui un solo uomo soffre meno è una città migliore”.

 

SEGUICI SUI SOCIAL

111,756FansLike
1,569FollowersFollow
5,932FollowersFollow
2,698SubscribersSubscribe
-- FINE ART -

ALTRI ARTICOLI SIMILI

Latest articles

NEWS DALLA TUA CITTA'

Notizie Correlate