venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeNotizie PescaraCronaca PescaraPescara, scuola San Silvestro: le denunce del Comitato Genitori

Pescara, scuola San Silvestro: le denunce del Comitato Genitori

“Era il 10 aprile quando il Comune di Pescara ha consegnato all’impresa esecutrice “Edilpini” di Chieti i lavori per l’esecuzione dell’adeguamento sismico dei plessi scolastici – scuola materna L.Lionni e scuola primaria A.Cascella – di San Silvestro. La fine dei lavori è prevista per il 10 agosto 2018”. A parlare, il Comitato Genitori della Scuola di San Silvestro Colle.

 

“Qualche giorno prima dell’inizio dei lavori, il Comune ha trasferito gli alunni nel plesso di via Rubicone, provvedendo alla fornitura di un servizio di pulmini di andata e ritorno, spendendo per questo qualche decina di migliaia di euro. Fino a oggi però l’impresa esecutrice, nonostante i proclami dell’amministrazione comunale, ha eseguito solo qualche lavorazione preliminare“.

“Il motivo di tale rallentamento nei lavori”, spiega il Comitato dei genitori, “è che il Comune ha trasmesso l’istanza per l’ottenimento dell’autorizzazione sismica al competente Genio Civile di Pescara, solo il 21 maggio. Senza tale autorizzazione, i lavori sulle strutture non possono essere eseguiti. Per il rilascio dell’autorizzazione, il Genio Civile può impiegare fino a due mesi e, dunque, il via libera arriverà presumibilmente a metà/fine Luglio, rendendo impossibile il rispetto dell’ultimazione dei lavori prevista!”.

“I nostri alunni continuano a sopportare i disagi del trasferimento in altra scuola e il Comune continua a spendere inutilmente decine di migliaia di euro pubblici per il servizio bus. Tali criticità perdureranno per chissà quanto altro tempo ancora e non potranno essere risolte sicuramente per l’inizio del prossimo anno scolastico”.

Per questo, lo scorso 31 maggio, il Comitato dei genitori delle scuole di San Silvestro ha “manifestato” di fronte la scuola esponendo due striscioni con su scritto “Alunni trasferiti + lavori mai partiti = soldi buttati!” e “#ibimbiacollevogliontornar” “prontamente rimossi dall’amministrazione comunale”.

LA PALESTRA NELLA SCUOLA. “Nel programma triennale del Lavori Pubblici 2004-2006, il Comune aveva approvato i lavori di realizzazione della “palestra polivalente annessa alla scuola elementare di S.Silvestro Colle” per un importo totale di 1.800.000. Un edificio di due piani: al piano terra un salone polifunzionale e al primo piano una palestra. Nel 2005 sono stati approvati i primi due lotti del progetto per un totale di 500.000 euro. Successivamente sono stati appaltati i lavori per questi due lotti. Nel 2013, il progetto è stato dimezzato, eliminando il piano superiore (la palestra) e stanziando un importo di 350.000 euro per i lavori di completamento del solo piano terra (salone polifunzionale)”.

“Lo scorso 16 ottobre è stata inaugurato il salone polifunzionale che non è stato ancora consegnato alla scuola e non ancora aperta alle attività motorie, nonostante i proclami dei politici intervenuti che hanno parlato di “progetto che nasce nel 2005 con oltre 850.000,00 euro stanziati, portata a compimento dall’Amministrazione perché possa essere restituita al quartiere e usata per le attività sportive, ricreative e funzionali alla didattica della vicina scuola primaria”.

“Pare che la struttura sia ancora priva del Certificato di Agibilità e del nulla osta dei Vigili del Fuoco, e solo in data  24 novembre, su insistente sollecito dei genitori, è stata consegnata ufficialmente dall’Ufficio Attività Sportive al Settore Patrimonio, Edilizia Scolastica”, puntualizza il Comitato.

BREAKING NEWS PIU' LETTE

ARTICOLI SUGGERITI

RELATED ARTICLES