Pescara, parcheggiatori abusivi: un arresto nell’area di risulta

Pescara. Un arresto per resistenza a pubblico ufficiale e controlli e pattugliamenti della Polizia municipale ventiquattro ore su ventiquattro.

È scattata a Pescara l’operazione ‘aree di risulta’, per contrastare la presenza dei parcheggiatori abusivi che, con il ritorno delle auto nel parcheggio nella fase post-Covid-19, sono tornati numerosi a costringere gli automobilisti a pagare il doppio pedaggio, il primo a Pescara Multiservice Spa, che gestisce il parcheggio, il secondo agli abusivi, per non rischiare danni o peggio.

“La risposta dell’amministrazione comunale alla mia denuncia non si è fatta attendere, nell’attesa di portare, comunque, la problematica, al Tavolo prefettizio per l’Ordine pubblico e la sicurezza”, commenta il consigliere comunale di Forza Italia Alessio Di Pasquale, ufficializzando l’esito dei primi blitz della Polizia municipale contro il fenomeno dei parcheggiatori abusivi.