Pescara, minaccia barista con una catena: fermato con lo spray al peperoncino

Pescara. Pretendeva che il gestore di un locale del centro di Pescara gli somministrasse gratis alimenti e bevande, e per questo lo ha minacciato con una catena di ferro con annesso lucchetto di acciaio di grosse dimensioni.

Protagonista del movimentato episodio accaduto ieri sera alle 22.40 in Corso Vittorio Emanuele un senegalese trentenne, fermato, prima che potesse scagliarsi verso il barista, dagli agenti della Squadra Volante che lo hanno arrestato in flagranza per i reati di tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale

Per evitare che i poliziotti lo disarmassero, il giovane, di rilevante stazza fisica, ieri sera aveva iniziato a spintonarli e strattonarli con violenza, costringendoli all’utilizzo dello spray urticante per farsi immobilizzare. In base ai successivi accertamenti di polizia giudiziaria, è poi emerso che l’extracomunitario aveva già da tempo costretto il gestore di quel locale con minacce, a somministrargli gratuitamente alimenti e bevande.

L’autorità giudiziaria questa mattina ha convalidato l’arresto, adottando la misura cautelare della custodia in carcere.