Pescara, lui violenta le figlie minorenni e la moglie non parla: condannati entrambi

Pescara. Un uomo di 47 anni di Pescara è stato condannato a 11 anni di carcere per violenza sessuale aggravata sulle 2 figlie minorenni.

Ad emettere la sentenza è stato il tribunale collegiale del capoluogo adriatico presieduto dal giudice Rossana Villani.

Condannata anche la moglie dell’uomo a 4 anni e 6 mesi (con la medesima accusa) perché complice visto che pur sapendo non ha mai parlato. In base a quanto ricostruito dall’accusa, l’uomo abusò sessualmente delle due figlie. La moglie, nonostante sapesse degli abusi del marito e fosse stata avvisata da una delle figlie di quanto accadeva, e pur avendo più volte assistito alle violenze dell’uomo, lo lasciò sempre fare, senza mai intervenire in difesa delle figlie e dunque rendendosi complice.

Il pm Andrea Papalia, al termine della requisitoria, aveva chiesto condanne a 12 anni e 6 mesi per il padre e a 10 anni per la madre.

 

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.