Pescara, il questore Misiti va in pensione

Pescara. Ultimo giorno oggi da Questore di Pescara per Francesco Misiti che lascia dal 1 dicembre per andare in pensione. Da domani infatti assumerà l’incarico di Questore del capoluogo adriatico Luigi Liguori, 59 anni, originario di Corigliano Calabro.

Liguori ha guidato la questura di Matera negli ultimi 27 mesi. Questa mattina , nel corso di una breve e informale cerimonia, Misiti ha salutato gli uomini e le donne della Polizia di Stato in servizio nella locale Questura.

“Lascio una provincia sana che in tre anni e mezzo ha richiesto lavoro ma che credo possa essere considerata una provincia sana e dove il principio della legalità è stato fatto valere anche grazie al conseguimento di importanti risultati –  ha detto Misiti -Nella città di Pescara e nella sua provincia, assieme a tutte le forze di Polizia è stato fatto un lavoro di prevenzione e quando necessario di repressione Prevenire è il bene per tutti i mali, ma poi può accadere che se le cose non vanno come devono andare, deve scattare la repressione. Qualche rammarico? Non ne ho perché – ha spiegato il Questore di Pescara – soprattutto in città con la prevenzione quotidiana, abbiamo potuto ottenere risultati soprattutto in quei quartieri più a rischio dove proprio la prevenzione è alla base di tutto. Come Questore ho fatto credo tutto quello che dovevo e potevo fare e tutto quello che potevamo fare lo abbiamo fatto anche nel periodo dell’emergenza sanitaria anche perché rispetto alla prima fase, i cittadini hanno capito e assimilato meglio le direttive e le prescrizioni. Lascio una città in cui ci sono cittadini sani e lavoratori”.

“Al nuovo Questore – ha concluso Misiti – auguro tutto il bene possibile e di lavorare bene e in tranquillità anche perché c’è una forza di Polizia sana su cui contare”.