Pescara, il nuovo pronto soccorso rinviato a febbraio

Pescara. “Slitta a fine febbraio il completamento del nuovo Pronto soccorso dell’Ospedale civile di Pescara, un rinvio determinato non da ritardi di cantiere, ma piuttosto dalla realizzazione di una ulteriore appendice, ovvero la costruzione di una seconda ‘Camera Calda’ per il pre-triage dei pazienti negli spazi dell’ex Ufficio Anagrafe comunale, distinta da quella già completata e che a questo punto verrà destinata esclusivamente ai Codici rossi”.

Lo hanno ieri detto i Presidenti delle Commissioni Mobilità Armando Foschi e Massimo Pastore per la Mobilità, al termine del sopralluogo congiunto delle due Commissioni per
verificare lo stato di avanzamento dei cantieri.

“I lavori stanno procedendo celermente e nel frattempo la struttura tecnica della Asl ha inviato in approvazione anche un terzo supplemento progettuale, inerente la realizzazione di un tunnel di collegamento diretto tra il nuovo Pronto soccorso e il Monoblocco dell’Ospedale. Ormai resta un unico nodo da sciogliere, quello relativo alla mobilità di ingresso alla struttura delle autoambulanze che provengono da via del Circuito e che, a giudizio di diversi consiglieri, potrebbe richiedere il taglio di un dente-marciapiede. Ora valuteremo la possibilità di organizzare una prova pratica con le autoambulanze in condizioni di traffico intenso per verificare l’eventuale necessità dell’intervento prima dell’apertura del posto di prima emergenza”, concludono Foschi e Pastore.