Pescara, Covid scuola Rossetti: “Sanificazione e Dad in via Raffaello, sicuri gli altri plessi”

Pescara. “Una decisione presa dalla Asl a scopo preventivo, per evitare il diffondersi del virus. I casi sono circoscritti e sotto controllo. Per il plesso di via Raffaello, didattica digitale attivata e sanificazione straordinaria in corso. Rassicuro riguardo al fatto che negli altri plessi non vi sono focolai a rischio contagio e che pertanto le attività possono proseguire regolarmente”.

E’ quanto riferisce Daniela Massarotto, dirigente scolastico della Rossetti di Pescara, scuola chiusa a causa di un focolaio di Covid. ”

Una decina i casi che hanno spinto la Asl a disporre la chiusura e oltre 600 le persone in quarantena tra studenti, docenti e personale. Per il plesso di via Raffaello si sta procedendo alle operazioni necessarie per la sanificazione straordinaria prevista dalla norma. Inoltre, la didattica digitale è stata attivata e i docenti stanno concordando con le famiglie la modalità più opportuna per la fruizione.

Fino al 4 novembre, “alunni, docenti e personale non potranno uscire dalle loro abitazioni né frequentare altre persone. Saranno sottoposti a tampone secondo un calendario disposto e comunicato direttamente dalla Asl”. “In base alle disposizioni Asl”, fa sapere la scuola, “i fratelli degli alunni in quarantena non positivi o in attesa di tampone non sono tenuti alla quarantena e quindi possono frequentare la scuola senza rischio per gli altri, lo stesso vale per i genitori. Fratelli e genitori di alunni positivi sono invece in quarantena obbligatoria”.

“Invito a mantenere la calma e a non farsi prendere da inutili allarmismi. Il comportamento responsabile di tutti ci permetterà di uscire rapidamente dall’emergenza, evitando che vi siano ulteriori propagazioni del virus” conclude il dirigente.

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.