Pescara, cavalli e bighe in strada solo con la targa

Pescara. “Stop a bighe, cavalli e calessi a spasso abusivamente sulle strade di Pescara o sulla spiaggia”: a decretarlo è il presidente della Commissione Mobilità del Comune, Armando Foschi ufficializzando, le nuove regole.

“Scatta, infatti, l’obbligo di targa per consentire il loro transito sul territorio cittadino, titolo di viaggio che dovrà essere rilasciato dal Suap del Comune che, a sua volta, dovrà istituire un apposito albo o Registro di tali mezzi”, annuncia Foschi dopo la seduta della commissione di ieri.

I conducenti dovranno obbligatoriamente essere almeno maggiorenni e non aver superato i 65 anni di età e, se i mezzi vengono utilizzati per il trasporto di terze persone, dovranno anche essere muniti di regolare licenza. In caso contrario scatteranno sanzioni fino alla confisca dei mezzi.

“La Commissione Mobilità, spulciando nel Codice della strada e guardando la disciplina della materia già elaborata da altri Comuni come Matera, Caserta, Padova, Modena o Alessandria”, spiega Foschi, “ha iniziato la stesura di un Regolamento ad hoc, pochi articoli ma chiari e non soggetti a interpretazioni ambigue che porteremo entro primavera in Consiglio comunale al fine di dotare la Polizia municipale di uno strumento normativo per intervenire a fronte di denunce e segnalazioni”.

Un provvedimento non troppo inconsueto: spesso, infatti, si avvistano calessini o cavalli alla capezza di automobilisti in alcune zone della città. C’è chi li porta anche in spiaggia con tutto il calesse, a mo’ di allenamento, e alcuni anni fa un uomo è stato anche sorpreso al galoppo sulla pista ciclabile della riviera nord.