Pescara, bike sharing: in arrivo 250 bici elettriche

Pescara. Duecentocinquanta biciclette elettriche, da utilizzare liberamente sul territorio comunale, con il sistema free floating: si prelevano e si lasciano in qualsiasi punto della città, utilizzando gli stalli di sosta dedicati.

Per sostenere le misure anticontagio il Comune di Pescara ha anticipato l’attuazione del programma di bike sharing, con l’obiettivo di chiudere le procedure entro il 2020. “Stiamo portando a conclusione alcuni nuovi tratti di piste ciclabili – spiega l’assessore alla Mobilità Luigi Albore Mascia – come quella di via Alento-via Lo Feudo, e abbiamo ritenuto opportuno incentivarne la percorribilità offrendo la possibilità di utilizzare mezzi a pedalata assistita. Mezzi moderni, veloci di cui abbiamo testato il gradimento nell’ambito del progetto Pesos, a cui hanno partecipato numerose aziende: le bici sono state consegnate ai dipendenti che le hanno utilizzate per gli spostamenti casa-lavoro”.

Con avviso pubblico si intende individuare l’operatore cui affidare il servizio per tre anni. La disponibilità dei mezzi dovrà essere assicurata h24, il gestore dovrà preoccuparsi di recupero e ricollocazione delle bici dopo l’utilizzo, utilizzando veicoli elettrici o comunque della più bassa classe ambientale. Dovrà essere previsto un servizio rapido di prenotazione o con prelievo immediato della bicicletta nel momento in cui non sia utilizzata: non ci saranno limiti di tempo e di percorrenza. Le tariffe di noleggio dovranno essere comunicate al Comune prima dell’attivazione del servizio e di ogni eventuale variazione. Il gestore avrà l’obbligo di aderire a eventuali programmi di condivisione di titoli o abbonamenti con il servizio di trasporto pubblico o con altri servizi complementari.

SOSTIENI CITYRUMORS
Svolgiamo il nostro lavoro con continuità e professionalità, tutti i giorni con notizie puntuali e gratuite.
Questo lavoro ha un costo, per questo abbiamo bisogno di te e del tuo aiuto.
Diventa un sostenitore attivo di cityrymors, anche con un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro.
CLICCA QUI e diventa un sostenitore di cityrumors
Grazie! La Redazione.