Pescara, aperto in zona rossa per vendere fuochi d’artificio abusivi: chiuso e multato un negozio

Pescara. Negozio chiuso per cinque giorni per mancato rispetto dell’ordinanza anti-Covid e contestuale sequestro di 3 chili di giochi pirotecnici.

A Pescara gli agenti della Polizia di Stato hanno controllato un negozio di vendita al dettaglio di articoli casalinghi nella zona di Porta Nuova, aperto nonostante le regole vigenti sul territorio nazionale per la “zona rossa”.

Per questo è stata disposta l’immediata chiusura dell’attività per 5 giorni con multa di 400 euro. Nello stesso negozio gli agenti della Squadra Amministrativa della Questura, con il supporto del Nucleo Artificieri, hanno controllato confezioni di artifici pirotecnici: sequestrato 1 chilo di materiale perché appartenente alla quinta categoria, gruppo C, che non può essere messo in vendita senza licenza prefettizia.

Tra le confezioni anche diversi giochi pirotecnici senza marcatura CE. Altri 2 chili di prodotti pirotecnici sono stati sequestrati perché scaduti e quindi non conformi alla vendita.

Il titolare del negozio è stato denunciato per commercio abusivo di materiale esplodente e sanzionato amministrativamente per i prodotti scaduti.