Pescara: acceso il Titanic in piazza Salotto per Natale, tra ironia e polemiche FOTO-VIDEO

Pescara. Il Titanic è sbarcato in piazza Salotto per le Luci d’Artista, e in città si rincorrono polemiche e ironia.

Alle 18 di ieri, con cerimoniale e coristi a intonare Oh happy day, è stata accesa l’installazione luminosa da 26 metri per 7 di altezza che rappresenta il Titanic. L’imponente protagonista delle festività natalizie del centro, però, ha lasciato perplesso praticamente chiunque in città.

Se il treno dello scorso anno richiamava maggiormente il Natale grazie all’associazione con quello del film d’animazione Christmas Carol, l’associazione tra la tematica marinaresca (che parte già da corso Vittorio Emanuele con delle luminarie a forma d’ancora) e il natalizio rimane più difficile.

Nel macabro, invece, si sfocia inevitabilmente pensando alla tragedia del 1912 che vide il transatlantico affondare durante il suo primo viaggio dopo essersi scontrato con un iceberg. E l’allegria natalizia viene subito meno.

Sui social, però, impazzano le stories con la colonna sonora del film con Di Caprio, segno che l’apprezzamento è comunque alto, seppur c’è chi la butta sulla politica e riflette in vista della manifestazione delle Sardine prevista per il 7 dicembre proprio in piazza Salotto, il giorno prima dell’accensione del mega albero di Natale). Serpeggia il parallelo tra la nave che “combatterà” le Sardine che si ritroveranno la piazza della protesta contro la Lega, ben rappresentata nella giunta Comunale, ingombrata per grande parte.

Pura “poesia agricola”, infine, quella che la pagina Facebook L’abruzzese fuori  sede ha dedicato alla vicenda, trasformando la trama del kolossal cinematografico in una storia tutta ambientata e dedicata alla costa adriatica abruzzese