Penne, Coronavirus: tutte le misure economiche per sostenere imprese e famiglie

Penne. La giunta comunale di Penne ha deliberato le misure economiche a sostegno di imprese e famiglie per far fronte all’emergenza coronavirus.

«Siamo consapevoli – spiega il sindaco di Penne, Mario Semproni – dei sacrifici economici e sociali che la collettività sta affrontando e abbiamo ritenuto doveroso iniziare ad attivare alcune misure per far fronte a questa situazione straordinaria, in attesa di quelle che varerà il governo. Ringrazio l’assessore al bilancio Gilberto Petrucci per l’attività svolta in questo momento di forte difficoltà nel reperire le risorse finanziarie».

Per il settore tributi comunali, è stata differita per tutti (famiglie e attività economiche) la tassa sui rifiuti (TARI): proroga al 31 maggio 2020 del termine di pagamento della prima rata; la seconda rata, al 31 luglio 2020; la terza rata, al 30 settembre 2020; la quarta rata, entro il 31 dicembre 2020. Sospensione delle attività di accertamento (IMU, TARI, TASI e tributi minori) sino al 31.5.2020; proroga della scadenza canoni ICP e TOSAP al 31.5.2020. Prevista l’esenzione dal pagamento della Tari nell’annualità 2020 per le associazioni di volontariato impegnate nell’emergenza sanitaria.

L’Amministrazione comunale ha programmato, inoltre,  agevolazioni fiscali a favore degli operatori economici che svolgono attività commerciale in immobili classificati C/1-C/2-C/3-D/2, compatibilmente con le risorse disponibili nel bilancio di previsione 2020-2021-2022, che saranno previste con apposita delibera. Proroga al 31 maggio 2020 del decorso dei termini delle sanzioni per violazioni al codice della strada previsti per i versamenti in misura ridotta.

Per il settore patrimonio, invece, la Giunta ha deliberato l’esenzione del pagamento di canoni e fitti relativi a immobili di proprietà comunale destinati ad attività sospese, ai sensi dei provvedimenti del Governo, nel periodo che parte dall’11 marzo al 31 maggio 2020. Novità anche per i servizi scolastici. Per la mensa e il trasporto scolastico saranno consentite la regolarizzazione senza mora dei pagamenti dovuti nei mesi di gennaio 2020 e febbraio 2020, entro il termine del 31 maggio 2020; qualora l’importo sia stato versato con rata unica si procederà con la compensazione al prossimo anno scolastico oppure con il rimborso. Nelle economie di bilancio sono state individuate risorse da destinare a favore dell’attività socio-sanitaria, agevolazioni fiscali per le fasce più deboli e servizi aggiuntivi a sostegno di particolari categorie di soggetti colpiti dall’emergenza sanitaria.