Montesilvano, calendario e bilancio per la polizia municipale: 16mila multe nel 2020

Montesilvano. Presentato stamani il calendario 2021 della polizia locale di Montesilvano, con le illustrazioni delle attività dei vigili, guidati dal comandante Nicolino Casale, durante l’emergenza sanitaria.

Le immagini sono state realizzate in acquerello e pastello dal bravissimo illustratore e caricaturista Marco D’Agostino, che ha colto i momenti più difficili di questi mesi con un ricordo alle persone anziane e un ringraziamento speciale all’instancabile lavoro dei sanitari, supereroi dal cuore grande. Il comandante Casale in conferenza stampa ha tracciato un bilancio delle attività del 2020, svelando i numeri dei controlli e delle contravvenzioni effettuate sul territorio. Il sindaco De Martinis ha annunciato che nel 2021 ci saranno dei nuovi concorsi per i vigili, attualmente il comando della polizia locale di Montesilvano è sotto organico

“Torna dopo cinque anni il calendario del comando della polizia locale – spiega il sindaco Ottavio De Martinis – . Una vecchia tradizione che abbiamo voluto ripristinare per raccontare il lavoro dei nostri agenti. Il calendario è impreziosito dalle immagini di Marco D’Agostino, che ha voluto ricordare l’anno che ci accingiamo a lasciare alle spalle, partendo dal mese di con il disegno di un grande dragone cinese. Ogni pagina rappresenta i vari momenti difficili del 2020 con la speranza che nasce a dicembre con un arcobaleno e il verde speranza. Ringrazio il comandante Nicolino Casale e la polizia locale per l’importante e incessante servizio effettuato sul territorio durante la pandemia. Pur essendo sotto organico i nostri vigili non hanno fatto sentire le carenze con spirito di servizio e grande professionalità. Sono stati sempre accanto dell’amministrazione comunale e i cittadini lo hanno percepito e quando parlano dell polizia lo fanno con gratitudine. Il 28 dicembre scade l’avviso per la mobilità per 6 vigili. Nel 2021 verrà emanato dalla nostra amministrazione un bando di concorsi per 6 vigili, più 12 stagionali”.

“Un ringraziamento a  Marco d’Agostino – afferma il comandante Casale – che ha contribuito alla nascita del calendario che finalmente tornerà negli uffici e nelle case dei montesilvanesi. E’ stato un anno difficile, in cui abbiamo perso anche il nostro comandante storico Giustino Fanti, punto di riferimento e nostro storico maestro di vita, è stato lui a insegnarci questo mestiere. In queste pagine è rappresentata la grande crisi che stiamo ancora vivendo. L’anno passato le contravvenzioni sono diminuite perché c’è stato poco traffico e i numeri sono differenti rispetto al 2019. Abbiamo elevato 16.000 contravvenzioni di cui 7.150 sono le infrazioni semaforiche, 133 la mancate assicurazioni, 4 per guida in stato ebbrezza, 1 per stupefacenti, 75 fototrappole;  66 infrazioni ai vari Dpcm, 50 deiezioni canine, 230 i verbali amministrativi. Abbiamo rilevati 135 incidenti, 96 con feriti e 6 con prognosi riservate, oltre 3000 i controlli agli autoveicoli durante l’emergenza sanitaria. Per questo grande lavoro ringrazio gli uomini e le donne del comando. Siamo rimasti fermi per il covid. Da gennaio saremo intransigenti più sul decoro urbano, faremo rispettare l’ordinanza delle vetrine e per i pali dell’illuminazione spesso presi di mira per affissioni selvagge, saremo intransigenti sulle deiezioni cani multando i proprietari. Questo sarà il nostro impegno per il 2021”.

 

<Ringrazio l’amministrazione comunale e il comando della polizia locale – dice Marco D’Agostino – che mi ha dato la possibilità di realizzare il calendario con le mie immagini dell’anno passato. I disegni sono stati realizzati in acquerello e pastello, le tecniche che preferisco. Dedico le immagini a tutti gli agenti per la loro professionalità. Ci sono immagini che rappresentano ogni mese: gennaio un grande dragone, febbraio un carnevale un po’ particolare, marzo il primo lockdown con un’immagine dal titolo l’attesa e con i vigili che chiudono la viabilità, aprile la brutta sorpresa di Pasqua, maggio un modo differente di lavorare, in smart working, giugno la riapertura delle attività produttive, per il mese di luglio ho voluto rimarcare anche le problematiche legate agli sbarchi clandestini e alle persone morte sui barconi, agosto un elogio ai sanitari, settembre la riapertura della scuola e la didattica a distanza, ottobre gli smartphone e i social media, novembre un ricordo dei nostri nonni, dicembre l’augurio di un futuro migliore e più sereno con l’arrivo del vaccino>.