A Montesilvano Stella Maris Lab: progetti lavorativi per 120 persone di tutta la provincia

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 30 Luglio 2021 @ 11:57

Montesilvano. Un incubatore d’impresa sociale diffuso e articolato sui 46 comuni della provincia di Pescara, questo è il progetto Stella Maris Lab.

Il progetto passando per l’attività di formazione, di orientamento e di inclusione lavorativa per 120 beneficiari di 46 comuni della provincia di Pescara, divisi per ambiti sociali, si pone l’obiettivo di accompagnare i beneficiari all’autoimprenditorialità.

Il comune di Montesilvano è capofila del progetto, che riunisce partners pubblici e privati, passando dai comune più grande (Pescara) a quello più piccolo (Corvara), passando per l’Azienda Speciale per i Servizi Sociali.

“Sono orgoglioso del lavoro svolto dalla nostra amministrazione comunale – afferma il sindaco Ottavio De Martinis – che ha permesso di intercettare un finanziamento di circa 600 mila euro per 120 abruzzesi residenti sul territorio della provincia di Pescara, dando loro la possibilità di guardare con maggiore fiducia al futuro. Ringrazio i 46 Comuni della provincia di Pescara, che hanno risposto alla nostra chiamata con fiducia. Diamo il via a Stella Maris Lab, un progetto che creerà lavoro e impresa con una grande rilevanza sociale. Poter realizzare un progetto del genere senza utilizzare nemmeno un centesimo di fondi comunali, ma intercettando un finanziamento europeo e sommando ad esso un cofinanziamento privato proveniente da imprese abruzzesi è il sogno di qualsiasi amministratore pubblico ed è uno degli obiettivi della Comunità Europea”.

“Stella Maris Lab è nata da una co-progettazione pubblico-privato per lo start up di progetti di innovazione sociale”, prosegue De Martinis, “Abbiamo nel progetto i migliori partner privati, grazie ai quali abbiamo ottenuto un cofinanziamento che ha permesso alla nostra iniziativa di essere selezionata come il migliore in Abruzzo. Il nostro obiettivo è progettare servizi innovativi in risposta a nuovi bisogni sociali, in coerenza con la programmazione regionale, nazionale e europea oltre a creare nuove opportunità lavorative sostenibili in un’ottica di imprenditorialità sociale. L’intervento intende incoraggiare la nascita di centri, finalizzati a combattere l’esclusione sociale, la dispersione scolastica e promuovere il lavoro e l’integrazione”.

Il partenariato realizzerà le attività di progetto su tutto il territorio della provincia di Pescara, dal mare alla montagna attraversando valli e colline: una proiezione territoriale simboleggiata dalle forme di aeroplano dell’edificio Stella Maris, l’ex colonia costruita nel 1938, situato sulla riviera di Montesilvano: “Il volo simbolico rappresenta l’abbattimento di ogni tipo di ostacolo e barriera”, commenta De Martinis, “Le azioni saranno attuate diffondendo buone prassi e agendo da acceleratore di idee con l’obiettivo di attivare una rete di Giardini dei Talenti, grazie all’attività coordinata dalla Fondazione Caritas di Pescara”.

Il progetto, coerentemente alla policy regionale, punta ad attivare azioni innovative rivolte a cittadini a rischio di esclusione sociale. L’obiettivo dell’intervento è la progettazione e l’avvio sperimentale di uno o più centri di aggregazione sociale (fisici e virtuali) che faccia ricorso a strumenti IT, che possano creare buone prassi esportabili in tutti i territori coinvolti, centri di aggregazione con contenuti educativi e dove si possa sperimentare un approccio positivo alla realtà, dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti. L’innovazione del progetto è anche nell’attivazione di uno strumento innovativo, resiliente e unico di pagamento che affiancherà a sistemi che tradizionalmente siamo abituati a utilizzare.

Grazie al contributo della StartUp abruzzese Abrex srl, sarà attivato un sistema di pagamento innovativo, rapido e vicino al sistema produttivo locale che renderà unico il progetto. Il progetto prevede il coinvolgimento attivo di altri soggetti, protagonisti dello sviluppo locale come l’agenzia di sviluppo Terre Pescaresi e i Poli d’Innovazione in una azione di integrazione tra fondi strutturali PSR e FESR con il Fondo che alimenta Stella Maris LAB che è l’FSE”.

Le fasi del progetto:

1. Nella prima fase saranno selezionati, in collaborazione con le 46 amministrazioni comunali 120 soggetti beneficiari delle azioni e dei servizi di formazione e accompagnamento alla creazione di impresa all’interno dei Giardini dei Talenti che saranno attivati nei vari Lab.

2. Nella seconda fase i beneficiari saranno impegnati in tirocini formativi presso imprese del territorio per prepararsi alla terza fase.

3. Nella terza fase una selezione dei 120 beneficiari prenderanno il “volo” verso la creazione d’impresa.

I partner pubblici del progetto:

1. Ambito 18 – Comune di Montesilvano

2. Ambito 15 – Comune di Pescara

3. AMBITO 16 Metropolitano – capofila Comune di Spoltore

4. AMBITO 19 vestino – capofila Comune di Carpineto Nora

5. AMBITO 17 montagna pescarese – capofila Comune di Manoppello

6. Azienda per il servizi sociali del comune di Montesilvano