Finti carabinieri per i controlli del Coronavirus nel pescarese. I sindaci: “Non aprite”

Finti carabinieri, in realtà persone senza scrupoli, stanno tentando di truffare diversi cittadini della provincia pescarese con la scusa di effettuare dei controlli per eventuali contagi di Coronavirus.

I casi sono stati segnalati, questa mattina, a Moscufo, Cepagatti e Pianella.

Il sindaco di Cepagatti, Gino Cantò, ha emanato questo annuncio: Dopo aver avuto un colloquio telefonico con il comandante dei carabinieri della nostra caserma di Cepagatti, si porta a conoscenza la cittadinanza che girano falsi carabinieri che chiedono di entrare per effettuare dei controlli inerenti il coronavirus. Non è competenza dell’Arma effettuare questi controlli: non aprite a nessuno! Condividete, grazie”.

Il medesimo avviso è stato emanato dal sindaco di Pianella, Sandro Marinelli, invitando la popolazione a non aprire, a restare in casa e a denunciare simili casi.