Covid Pescara, variante inglese all’80%: restano chiusi scuole e parchi

Pescara. Troppo alta la circolazione della variante inglese: a Pescara tutte le scuole restano chiuse.

Con un post su Facebook, il sindaco di Pescara, Carlo Masci, ha deciso di tenere chiuse tutte le scuole della città fino al prossimo 14 marzo.

“In data odierna, dopo essermi consultato col dott. Giustino Parruti e aver letto la sua relazione, ho emesso l’ordinanza di proroga della chiusura delle scuole, dall’infanzia in su, e dei parchi fino al 14 marzo”, spiega il sindaco.
“Non è il momento di abbassare la guardia nella nostra città, i contagi non diminuiscono in misura tale da permettere la ripresa delle attività scolastiche in presenza, il disagio c’è, mi rendo conto perfettamente, ma c’è perché siamo in emergenza assoluta, contro un nemico che non accenna a mollare la presa, anzi si trasforma e si mimetizza per continuare i suoi attacchi”, aggiunge Masci.
“Oggi la variante inglese a Pescara rappresenta più dell’80% dei contagi. Nel frattempo proseguiamo gli screening diffusi alla popolazione, stamattina abbiamo fatto 1.183 tamponi, e le vaccinazioni agli ultra-ottantenni, ieri 280, oggi lo stesso numero”, conclude il primo cittadino.