Coronavirus, Pescara: avvocato esce tardi dallo studio e viene multato

Pesara. Esce dall’ufficio e rincasa “troppo tardi”, così viene fermato e multato di 550 euro per violazione del decreto sul Coronavirus.

E’ accaduto ieri sera a Pescara all’avvocato Marco D’Apote incappato in una pattuglia della Guardia di finanza nel percorso che dal suo studio legalo lo conduceva all’abitazione in macchina. Secondo il verbale stilato infatti la multa è stata data perché l’avvocato era in macchina poco intorno alle 23 di sera ‘senza comprovate esigenze lavorative’.

Il tutto, come racconta l’avvocato D’Apote “nonostante noi avvocati fossimo nelle categorie protette: infatti avevo fatti tardi per esaminare ricorsi urgenti di clienti, situazioni delicate ecc. Ora come fa un finanziere a capire quali sono le mie esigenze lavorative non so: ‘Lei gira a quest’ora?’ m’hanno chiesto, e secondo la pattuglia non ‘C’era nessuna necessità’ di muoversi alle 23 da uno studio professionale. Ho fatto vedere loro tutti i fascicoli che avevo con me, tesserini, carte bollate, registri ecc, ma non c’è stato nulla da fare”.

“Ora – chiude sorridendo – farò tutti i ricorsi possibili e non ho dubbi che il Prefetto cancellerà questa sanzione. Mi dispiace solo del tempo che la giustizia perderà, e con lei gli stessi finanzieri, a cui va ovviamente la mia gratitudine per il lavoro che svolgono ogni giorno. Ma, insomma, che si faccia chiarezza”.