Cocaina nella lavatrice e nel ristorante: 1 arrestato e 2 denunciati a Popoli

Popoli. Nei giorni scorsi, durante operazioni di controllo sul territorio, il nucleo Operativo e Radiomobile dei carabinieri di Popoli ha arrestato B.S.V., classe ’86, e alla denuncia a piede libero di I.S., classe ’75, i quali, dopo averli fermati ad un posto di controllo lungo la Tiburtina Valeria.

I militari operanti, insospettiti dal nervosismo palesato dai soggetti fermati, hanno effettuato una perquisizione personale rinvenendo addosso a B.S.V. un involucro in plastica contenente circa 11 grammi di cocaina.

La perquisizione estesa ai rispettivi domicili ha consentito di recuperare nell’abitazione di B.S.V., occultati in una lavatrice, tre bilancini di precisione intrisi della medesima sostanza, utilizzati verosimilmente per frazionare dosi da vendere ad assuntori della zona.

Convalidato l’arresto, ieri il giovane è stato sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora con permanenza in casa dalle 18.00 alle 07.00. Sia B.S.V. che I.S. sono stati sanzionati per il mancato rispetto della normativa Covid.

Nel corso delle operazioni è stato inoltre denunciato D.G., classe ’78, titolare di un ristorante di Popoli. Durante il controllo presso l’esercizio commerciale, all’interno di un locale adiacente, i Carabinieri hanno rinvenuto un barattolo in plastica con circa 30 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e diverso materiale atto al confezionamento. Nella circostanza è stato anche multato un uomo per la violazione della normativa relativa all’emergenza sanitaria in quanto presente nel ristorante senza motivo.