Alanno, appello alle istituzioni per riprendere i lavori al convitto dell’Istituto Cuppari

Alanno. “Torna a suonare la campanella che sancisce l’inizio di un nuovo anno scolastico, un anno sicuramente sui generis che vedrà gli alunni chiamati ad un gran senso di responsabilità. In qualità di presidente dell’associazione “Ex Allievi ITAS Alanno” e di docente dell’Istituto tecnico agrario “P.Cuppari”, scrive Fernando Di Benigno in una nota, “esprimo vicinanza ed un grande augurio a tutta la comunità scolastica, ai miei colleghi e alla dirigente che, mossi da spirito di abnegazione, fra le mille difficoltà si apprestano ad iniziare un anno pieno di incognite ma nella massima sicurezza”.

“E nel rispetto di tutte le regole anti covid ripartiranno anche gli alunni convittori, nonostante siano, oramai da anni, relegati in una sede temporanea insieme agli istitutori e al personale ATA. Colgo l’occasione per lanciare un appello a tutte forze politiche affinché si compia un ultimo sforzo per trovare le risorse finanziare utili a terminare i lavori, da tempo iniziati, presso lo storico convitto. È vero che tanto è stato fatto ma manca quel poco in più per poter riabilitare a pieno titolo un’istituzione che ha accolto generazioni di studenti provenienti da tutto l’Abruzzo e da tutta l’Italia. Un annoso problema, quello dell’ultimazione dei lavori, che impedisce non solo la ordinaria organizzazione della vita scolastica, ma ostacola la realizzazione di un ambizioso progetto che vede il Cuppari divenire un grande centro di formazione. Spero di non dover assistere alle solite false promesse pervenute da svariati esponenti politici che puntualmente hanno millantato, di volta in volta, la imminente conclusione degli interventi sulla struttura. Confido che il mio appello non cada nel vuoto e venga accolto dalle amministrazioni competenti perché, come affermava Nelson Mandela, “L’istruzione è l’arma più potente che puoi utilizzare per cambiare il mondo”, conclude Di Benigno.