Pescara, Fontanelle: 3 ordini del giorno per riaprire sottopasso e strade

Pescara. Sono tre gli ordini del giorno approvato oggi pomeriggio dal consiglio comunale, convocato in forma straordinaria per discutere delle problematiche che affliggono il quartiere di Fontanelle, su richiesta del gruppo di Forza Italia.

Oltre 50 i residenti che si sono riuniti nella sala consigliare per richiedere la rapida riapertura del sottopasso ferroviario di via Fontanelle, scenario dell’annegamento della signora Anna Maria Mancini durante l’ondata di maltempo del dicembre 2013 e posto sotto sequestro dalla magistratura. Chiesta, inoltre, anche la messa in sicurezza e la riapertura di via Ciafardella e strada Colle Orlando, arterie stradali della zona che, durante lo stesso periodo di piogge abbondanti, hanno subito smottamenti e frane. Dopo mesi di paralisi della strada principale che attraversa il rione, oltre ai disagi a cui sono costretti i residenti per muoversi da una parte all’altra della ferrovia, i commercianti subiscono gli effetti del traffico completamente azzerato.

Il Consiglio, dunque, ha approvato due ordini del giorno inerenti il sottopasso: uno per invitare sindaco e Giunta a “ritenere il ripristino del sottopasso una priorità dell’amministrazione comunale” e “individuare le necessario risorse finanziarie per l’esecuzione dei lavori necessari in via prioritaria rispetto ad altre opere”, ovvero l’adeguamento delle pompe di sollevamento delle acque, preventivato per 170mila euro.

Il terzo, invece, invita a “valutare per le strade ancora totalmente chiuse alla viabilità”, perché smottate e transennate, “di un intervento mitigatore che ne consenta un utilizzo almeno parziale”, in attesa del reperimento degli 845mila euro stimati per una soluzione definitiva.