6.5 C
Abruzzo
sabato, Agosto 13, 2022
HomeNotizie PescaraCronaca PescaraPianella a sostegno del centro regionale di Diabetologia pediatrica

Pianella a sostegno del centro regionale di Diabetologia pediatrica

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 25 Marzo 2022 @ 16:50

Pianella. ll comune di Pianella sosterrà le iniziative tese al potenziamento del Centro regionale di diabetologia pediatrica di Chieti.

“Il Centro regionale di diabetologia pediatrica rappresenta senza dubbio una eccellenza ed un punto di riferimento per l’utenza del nostro territorio – spiega il sindaco Sandro Marinelli – ma le difficoltà legate al personale ne avevano negli ultimi tempi condizionato la piena funzionalità, generando apprensione nelle famiglie pianellesi che usufruiscono di questi servizi e, pertanto, come amministrazione comunale, abbiamo accolto con soddisfazione l’iniziativa del Vice Presidente del Consiglio Regionale Roberto Sant’Angelo con il coinvolgimento dell’assessore al welfare della regione Abruzzo, Nicoletta Verì, finalizzata all’immediato rinforzo dell’organico mediante la proposta di integrazione del personale medico e paramedico prontamente recepita dalla direzione generale, con benefici immediati per l’utenza”.

“Tuttavia – continua il primo cittadino – avendo come amministrazione comunale incentrato buona parte del nostro programma amministrativo sulle politiche sanitarie, l’aspetto che più ci preme sostenere in questa fase riguarda il progetto di potenziamento che il Consigliere regionale Roberto Santangelo intende promuovere: la creazione di un progetto pilota che preveda un team sanitario plurispecialistico e pluriprofessionale all’interno del reparto munito di autonomia gestionale, che comprenda, oltre al medico specialistico, infermieri dedicati, dietista, dietologo e possibilmente psicologo, assistente sociale e volontari per una cura a 360 gradi (prevenzione, previsione cura e riabilitazione) del diabete infantile e per il necessario supporto psicologico e di informazione da garantire anche ai parenti dei giovani ricoverati”.

“Si tratta – conclude Sandro Marinelli – di un approccio moderno e globale ad un problema che, purtroppo, colpisce tanti nuclei familiari che potrebbero trovare grande supporto ed eccezionali benefici dalla realizzazione di questo progetto”.

ARTICOLI CORRELATI

RELATED ARTICLES

ALTRI ARTICOLI DI OGGI

NEWS DALLA TUA CITTA'