Covid, Spoltore da 0 a 37 casi in 7 giorni: “Quasi tutti ragazzi i positivi”

Ultimo Aggiornamento: venerdì, 30 Luglio 2021 @ 9:53

Spoltore. Da zero a 37 positivi in soli 7 giorni: sono i numeri del Coronavirus a Spoltore che spingono il sindaco Luciano Di Lorito verso un nuovo appello per le vaccinazioni.

“I nuovi positivi di Spoltore sono in stragrande maggioranza dei ragazzi”, afferma il sindaco, “C’è una sola persona che alza la media: il Covid è un tema sul quale è difficile prendere posizione, ma considerando che le vaccinazioni sono iniziate dai più anziani, è evidente che i vaccini stanno svolgendo un ruolo e sono efficaci. Per questo motivo voglio unirmi a quanti raccomandano le vaccinazioni, anche sotto i 40 anni”.

Il numero verde per prenotarsi è 800 009966, oppure è possibile farlo tramite il sito internet prenotazioni.vaccinicovid.gov.it o con gli altri canali messi a disposizione da Poste Italiane.

“La situazione epidemiologica di alcuni paesi esteri ci permette di intuire che nei più giovani la vaccinazione, oltre a ridurre il rischio già basso di ospedalizzazione, riduce notevolmente la possibilità di contagio”, insiste Di Lorito, “L’influenza da Covid ha un decorso molto lento, credo che nessuno voglia passare l’estate a letto in casa: inoltre dobbiamo rallentare definitivamente questo virus se vogliamo evitare l’insorgere di altre varianti più aggressive o il contagio di chi, più anziano e con patologie, non ha potuto vaccinarsi”.

E’ allo studio anche una campagna istituzionale di comunicazione sul territorio per sensibilizzare: “Ci pensavo da tempo ma è il momento giusto per farla, si sono create molte discussioni e prese di posizione”, spiega il primo cittadino, “Si parla di principi democratici e di libertà che sono importanti e ogni punto di vista va rispettato, credo tuttavia che sia anche il momento di essere pragmatici: in poco tempo è stata raccolta una quantità impensabile di dati, che altri farmaci o vaccini non hanno mai avuto. Proprio l’esigenza di vaccinare l’intera popolazione mondiale è diventata anche un’opportunità sul fronte della sicurezza degli stessi, e ormai le preoccupazioni vanno lasciate alle spalle”.

Tra i 37 positivi, solo una persona è ospedalizzata. “La situazione attuale è di calma apparente, ormai abbiamo imparato che bastano poche settimane a cambiare radicalmente la situazione. I vaccini sono l’unica arma che abbiamo al momento”, conclude Di Lorito.