Pescara, torna l’allerta sui 20 euro falsi

Ultimo Aggiornamento: lunedì, 21 Giugno 2021 @ 11:09

Pescara. Un nuovo allarme sulla diffusione di banconote false parte da Pescara.

Nella serata di venerdì, infatti, equipaggio della Volante della polizia pescarese, durante il normale servizio di controllo del territorio, è stata richiamata dal titolare di un bar della Tiburtinaia) che poco prima aveva ricevuto da due uomini, per una consumazione al tavolo, una banconota da 20 euro per pagare il conto di 10 euro. Mentre i due clienti si stavano allontanando, il gestore del bar verificando meglio la banconota, ha notato alcuni particolari che lo hanno insospettito.
I due uomini indicati dal barista sono stati rintracciati in un altro bar non molto distante: gli agenti si sono accorti che uno dei due aveva tra le mani un altro biglietto da 20 euro e, a terra a pochi passi dai due clienti, hanno trovato una scatoletta contenente altre nove banconote dello stesso taglio. Da un controllo più approfondito si è potuto accertare che tutte le banconote, apparentemente di buona fattura, presentavano lo stesso numero di serie e quindi, risultano essere contraffatte.
I due uomini originari di Foggia (di cui uno domiciliato in provincia di Pescara), con diversi precedenti, sono stati denunciati per la spendita e introduzione nello Stato, senza concerto, di monete falsificate.
Le banconote sono state sequestrate e si invita chiunque abbia ricevuto di recente nella zona di Pescara biglietti da 20 euro con il numero di serie SF7075730844, a denunciarlo in un qualsiasi ufficio di polizia