Ospedale Pescara, attiva la nuova Tac-Pet fissa

Pescara. Altro importante traguardo per l’Ospedale di Pescara: attiva da oggi la nuova Tac-Pet fissa.

La PET/TC permetterà lo studio di pazienti oncologici ed in particolare in pazienti con carcinoma della prostata grazie all’utilizzo della 18F-Colina e di nuovi radiofarmaci all’avanguardia come la Fluciclovina e 68Ga-PSMA consentiranno di ridurre la mobilità passiva.

La PET/CT Discovery MI DR installata presso l’ Unità Operativa Complessa (UOC) di Medicina Nucleare dell’Ospedale Civile di Pescara, oltre ad essere un tomografo all’avanguardia in quanto dotata di tecnologia digital-ready, è anche il primo tomografo fisso della regione Abruzzo, che da anni utilizza tomografi PET-TC su mezzo mobile.

I principali vantaggi del nuovo tomografo sono:

  • migliore qualità delle immagini grazie all’avanzata risoluzione del sistema digitale e agli innovativi sistemi di elaborazione elettronica;
  • aumentata capacità di valutare la risposta ai trattamenti terapeutici in virtù della sensibilità del sistema;
  • possibilità di utilizzo di radiofarmaci di nuova generazione e significativa riduzione della dose da somministrare al paziente;
  • più rapida definizione delle immagini grazie agli innovativi algoritmi di ricostruzione e alla velocità di risposta dei rivelatori;
  • riduzione dei tempi di acquisizione e quindi dei costi correlati.

Il Discovery MI DR è dotato di 3 anelli di detettori PET LBS-TOF e una TAC a 128 strati per ampliare sensibilità e campo di acquisizione. L’apparecchiatura utilizza, inoltre, nuovi algoritmi di ricostruzione finalizzati a migliorare la qualità diagnostica e innovativi protocolli che tengono conto del naturale movimento respiratorio del paziente nel corso dell’esame (Gating respiratorio PET/TC).

La PET/CT consente, dunque , una diagnostica per immagini avanzata ed efficace.

La PET, Tomografia ad Emissione di Positroni, è una tecnica diagnostica di medicina nucleare in grado di visualizzare, attraverso immagini biomediche, i processi metabolici e funzionali presenti all’interno del corpo. Per questa sua specificità, la PET viene impiegata prevalentemente in ambito oncologico e neurologico. Attraverso l’utilizzo di radiofarmaci somministrati per via endovenosa, è possibile valutare la presenza di tumori, studiandone il comportamento metabolico e funzionale, eseguendo esami “total-body”. Associata alla TC (Tomografia Computerizzata) consente, inoltre, di aggiungere dettagliate informazioni morfologiche utili a migliorare significativamente l’interpretazione dell’esame. In ambito neurologico, la PET cerebrale si distingue tra le metodiche di diagnostica per immagini in quanto di fondamentale importanza nello studio delle malattie neurodegenerative, in particolare la Malattia di Alzheimer e i parkinsonismi.

La dose di radiazioni somministrata è molto bassa e non ha conseguenze rilevanti per il paziente che si sottopone all’esame.

L’Unità Operativa Complessa di Medicina Nucleare e Terapia Radiometabolica dell’Ospedale Civile di Pescara che si compone di una sezione diagnostica – dotata di SPECT (Tomografia Computerizzata ad Emissione di Fotoni Singoli) e di PET/CT – e una di terapia radiometabolica con 4 posti letto, unico in regione. A queste si aggiungerà una moderna Unità di Radiofarmacia, anch’essa unica in Abruzzo, per la preparazione di nuovi radiofarmaci funzionali all’attività diagnostico-terapeutica e alla sperimentazione clinica.

L’équipe dell’UOC, diretta dal dr. Angelo Di Nicola, è composta da 25 persone, tra cui 5 medici, 1 radiofarmacista, 6 infermieri, 8 tsrm, 1 amministrativo, 3 operatori socio sanitari.