Pescara, pronto il progetto per la nuova via Pantini

Pescara. “Dopo oltre vent’anni di confronti e dibattiti, Pescara si prepara a concretizzare la realizzazione della nuova via Pantini, il nuovo asse stradale già previsto nel Piano regolatore generale, parallelo a via della Bonifica che verrà dismessa per consentire l’accorpamento definitivo della Riserva naturale dannunziana incorporando il lotto numero 5”.

Lo ha annunciato il presidente della commissione Mobilità del Comune, Armando Foschi, in riferimento all’esito della seduta che ha aperto il confronto politico sul progetto di via Pantini e che ha visto la presenza dell’architetto progettista Di Rienzo.

“Pronti i finanziamenti, per 1milione 260mila euro, previsti con il Bando per le Periferie, addirittura per luglio prossimo potrebbe partire il cantiere”, spiega Foschi, “Il progetto, oggi approdato all’esame della Commissione Mobilità, presenta un unico punto che merita sicuramente un approfondimento e una riflessione ulteriore, ovvero il previsto abbattimento di circa 60 alberi presenti lungo l’attuale strada, dunque all’esterno della riserva, che comunque rappresentano un patrimonio dalla città. Abbattimento che comunque sarà compensato con la ripiantumazione contestuale di 180 nuovi alberi dentro la stessa Riserva. Nei prossimi giorni convocheremo gli agronomi del Comune, e gli assessori delegati al Verde e ai Lavori pubblici, per consentire un confronto con tutte le parti politiche al fine di giungere a una soluzione sicuramente condivisa per un’opera pubblica attesa da decenni e che mira esclusivamente a migliorare la qualità della vita del territorio”.

 

Il Movimento 5 Stelle, però, lancia l’allarme per il previsto abbattimento di 60 alberi decennali: “Siamo rimasti increduli nell’apprendere che la necessità di realizzare questo allargamento stradale è nient’altro che la disponibilità di fondi statali per effettuare i lavori. Soldi pubblici buttati per imbracciare la motosega a danno dell’ambiente della nostra città” commenta la consigliera Erika Alessandrini.

La commissione odierna ha visto la ferma opposizione del Movimento 5 Stelle che chiede di trovare un modo alternativo per realizzare l’allargamento stradale che non preveda l’abbattimento di alberi e “che, soprattutto, la nuova strada venga realizzata solo quando siano finanziati i lavori di rimozione complessiva del tratto stradale di via della Bonifica da dismettere”.