Montesilvano, demoliti i vecchi spogliatoi del centro Trisi

Montesilvano. Procedono i lavori di adeguamento e miglioramento del Centro Sportivo Trisi: al momento le ruspe hanno demolito gli spogliatoi che saranno ricostruiti nei prossimi giorni e tre campi da gioco.

L’intervento, per un totale di 445.059,44 euro, prevede la riqualificazione dell’intera struttura entro i primi mesi del 2021, con la realizzazione di un campo per praticare la disciplina del paddle, la riqualificazione dell’edificio di 1.000 metri quadrati dei dieci spogliatoi, dei servizi igienici e di altre stanze presenti al piano terra e al primo piano, con l’adeguamento dell’impiantistica elettrica e termica e la realizzazione di servizi (spogliatoi, bagni e docce) per atleti diversamente abili.

Nella parte esterna si prevede la riqualificazione degli 8 campi da gioco coperti (1 campo polivalente di calcio a 5, tennis, minibasket in erba sintetica riscaldato, 1 campo polivalente di calcio a 8 e tennis in erba sintetica, 1 campo di calcio a 5 e tennis in erba sintetica, 2 campi da calcio a 5 in erba sintetica e 3 campi da tennis in resina) dei 6 campi scoperti da tennis in resina con il rifacimento dei manti e l’impermeabilizzazione e il risanamento delle costruzioni più degradate e l’illuminazione esterna, non solo per migliorare la visibilità, ma anche per ragioni legate alla sicurezza.

“L’amministrazione comunale sta portando avanti una serie di interventi in tema di impiantistica sportiva – afferma il sindaco Ottavio De Martinis -. Il centro Trisi di via San Gottardo ha l’ambizione di diventare una cittadella dello sport in cui praticare tennis, basket, volley, pattinaggio e calcio a 5. Nel centro verrà praticato anche il paddle e il pickleball, considerando la presenza sul territorio di una campionessa di fama internazionale, come la montesilvanese Bruna D’Albenzio e di un campione di tennis paralimpico come Andrea Silvestrone. Ci auspichiamo dopo i lavori che si possa intervenire ulteriormente con un progetto di finanza per rendere l’area ancora più bella”.

“I lavori procedono in maniera spedita – spiega l’assessore allo Sport Alessandro Pompei – per recuperare i mesi di ritardo a causa dell’emergenza sanitaria. La riqualificazione è stata necessaria per rendere gli impianti idonei anche allo svolgimento di attività sportive internazionali. La struttura nei primi mesi del 2021 sarà motivo di vanto per l’intera città e diventerà un punto di riferimento regionale”.