Manoppello, norme anti-covid nelle scuole: la replica del sindaco

Manoppello. Il sindaco di Manoppello, Giorgio De Luca, ribatte all’opposizione sul rispetto delle norme anti-covid nelle scuole, definendo le accuse di Colalongo, Toppi, Ciammaichella, Di Bartolomeo e Faraone “illazioni irrispettose e prive di fondamento”.

La scorsa settimana, il gruppo di opposizione aveva denunciato, con una lettera al Prefetto di Pescara, assembramenti incontrollati fuori dalle scuole e la mancata consegna di mascherine agli alunni, oltre a carenze igienico-sanitarie e bidelli che non indossano mascherine.

“È gravissimo che consiglieri comunali, senza aver constatato direttamente quanto asserito e basandosi su voci (ammesso che vi siano!), si prestino ad un inutile gioco al massacro che lede la professionalità e il lavoro di quanti da settimane lavorano alla riapertura in sicurezza degli istituti scolastici”, replicano De Luca e l’assessore all’istruzione Melania Palmisano.

“Va anche detto, come specificato dalla Dirigente Scolastica, che alla scuola non è mai arrivata alcuna protesta da parte dei genitori e appare quantomeno bizzarro che tale denuncia arrivi a soli due giorni dalla riapertura della scuola”, aggiungono De Luca e Palmisano, dopo aver “personalmente constatato, che, diversamente da quanto affermato, la distribuzione delle mascherine agli studenti è avvenuta, dopo che il primo giorno di scuola le stesse erano state consegnate ai Responsabili del plesso; che ogni aula ha il proprio gel igienizzante e che i servizi igienici sono dotati di dispenser di sapone. La carta igienica, nel rispetto della normativa è presente nei servizi igienici. Allo stesso modo è assicurata la pulizia dei locali, che attiene al personale scolastico. Inoltre il Comune di Manoppello ha acquistato e fornito ogni aula dei diversi plessi scolastici presenti sul territorio comunale di dispositivi che durante la notte sanificano gli ambienti”.

Va aggiunto”, concludono sindaco e assessore, “che nei plessi scolastici di Manoppello, che possono contare sulla specifica presenza di un Responsabile Covid, come previsto dalla normativa e dai protocolli del Ministero dell’Istruzione, sono state attivate tutte le misure necessarie al corretto e sicuro svolgimento dell’attività didattica, come io stessa ho avuto modo di verificare dopo aver ricevuto la nota di segnalazione da parte della minoranza in Consiglio Comunale”.