Pescara, rifiuti sulla riviera: più controlli e multe per ristoranti, macellerie e pescherie

Pescara. Giro di vite per ristoranti macellerie e pescherie: a partire a lunedì scatteranno controlli a tappeto della Polizia municipale su tutte le attività che effettuano manipolazione di prodotti alimentari per verificare il corretto smaltimento degli scarti crudi, con richiesta dei registri di conferimento e dei contratti con le aziende specializzate nello stoccaggio di tali rifiuti speciali.

Per chi non sarà in regola arriveranno le sanzioni, a seconda del numero di contestazioni che saranno eventualmente rilevate, a partire da un minimo di 500 euro.

L’iniziativa rientra nell’Operazione ‘Pescara-Decoro’, che si svilupperà in una serie di step e che ha l’obiettivo di tutelare sia gli operatori che lavorano correttamente, sia l’immagine e la dignità di una città che continua a registrare la presenza di troppi ‘furbetti’ che sporcano il territorio, rendendo invivibile la convivenza in intere zone strategiche, come la stessa riviera, a causa dei cattivi odori che fuoriescono dai cassonetti.

Ad annunciarlo è l’assessore all’Ambiente Isabella Del Trecco all’esito della riunione alla quale hanno preso parte anche i rappresentanti di Ambiente Spa, con il dirigente Massimo Del Bianco, il Comandante della Polizia municipale Danilo Palestini affiancato dalla responsabile del settore Ambiente, il maggiore Donatella Di Persio.