Pescara al lavoro per riconquistare la bandiera blu

Pescara. Quattro appuntamenti all’interno di altrettanti stabilimenti balneari-pilota per la sensibilizzazione sui temi del plastic-free e del risparmio energetico, attività di promozione nella Riserva naturale dannunziana con il coinvolgimento dei bambini e delle famiglie in attività laboratoriali, e tre seminari fomativi, il primo dei quali già fissato per lunedì 13 luglio sui Contratti di Fiume.

“È il fitto calendario di iniziative da chiudere entro l’11 dicembre per consentire a Pescara di ottenere il riconoscimento della Bandiera Blu nel 2021, iniziative che l’amministrazione comunale di Pescara svolgerà in partnership con l’Associazione Ambiente e/è Vita”: lo ha annunciato il presidente della commissione comunale Ambiente Ivo Petrelli all’esito della seduta odierna della Commissione mirata a fornire un aggiornamento circa l’iter procedurale in corso per consentire a Pescara di conquistare la Bandiera Blu.

“L’obiettivo”, spiega Petrelli, “è quello di portare a termine l’iter procedurale, inevitabilmente rallentato dall’emergenza Covid-19, comunque rispettando i termini per consentire alla nostra città di non perdere un marchio di qualità di formidabile valore per certificare la qualità amministrativa stessa del territorio perchè una Bandiera Blu non significa solo mare pulito e balneabile, ma anche una città rispettosa dell’ambiente, capace di eliminare il consumo della plastica, a casa come in ufficio, nei ristoranti, negli stabilimenti balneari e in strada, e di adottare comportamenti che favoriscano il miglioramento della qualità della vita”.